In Italia il CANYON SPETTACOLARE che pochi conoscono

Ecco dove si trova e quale è la storia di questa valle esotica e mozzafiato con pareti rocciose dalle mille sfumature di rosso

Credits cervelleraangela IG - Canyon Spinazzola

Una valle esotica e mozzafiato con pareti rocciose dalle mille sfumature, dal rosa all’arancione, nel cuore di uno dei parchi più affascinanti d’Italia. Ecco dove si trova e quale è la sua storia.

In Italia il CANYON SPETTACOLARE che pochi conoscono

# Il canyon nel cuore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Credits cervelleraangela IG – Cava di bauxite Otranto

Nel cuore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, in Puglia, c’è un tesoro naturalistico esotico che richiama i Canyon d’Oltreoceano: la Cava di Bauxite di Spinazzola. Si tratta di un affascinante giacimento di terra rossa che ancora pochi conoscono con un cratere profondo circa 50 metri di metri dai colori che variano dal rosa, al rosso fino all’arancione mescolati ad altre molteplici sfumature. Una vallata mozzafiato che si apre a delle pareti rocciose a picco tra acqua e vegetazione.

Credits cervelleraangela IG – Canyon Spinazzola

Scoperta nel 1935 dal ragionier Paolo Cappiello e il geometra Luca Nanna, durante un’escursione nei dintorni di Spinazzola, questa cava contiene appunto bauxite, delle rocce rossastre che si formano per via dell’alterazione delle rocce calcaree provocata dagli agenti atmosferici e da cui si può ricavare l’alluminio.

Leggi anche: Lame rosse: il CANYON delle Marche

# Dal 1950 al 1978 fu uno dei giacimenti minerari più importanti d’Italia

Credits giovanemarianna IG – Cava di Bauxite Puglia

Per 30 anni la Cava di Bauxite di Spinazzola è stata una delle più importanti fonti di reddito per l’economia della regione. L’attività estrattiva durò dal 1950 al 1978 affermandosi come uno dei giacimenti minerari più importanti d’Italia. Le rocce estratte venivano trasportate su camion al Porto di Trani per giungere a Porto Marghera dove le fonderie provvedevano a trasformarlo nel prodotto finito, l’alluminio.

# Come arrivare in questo luogo suggestivo

Credits myri_2307 IG – Cava di Bauxite

Per visitare questo suggestivo paesaggio, che si trova non lontano dal Castello medievale di Garagnone, si deve percorrere la strada tra Spinazzola e Andria procedendo per circa dieci chilometri sulla SP 230 dalla città di Spinazzola e poi proseguire verso la SP 138 in direzione Andria. Quattro chilometri prima dello svincolo, a destra della carreggiata bisogna imboccare una strada sterrata e il Canyon pugliese con la suggestiva Cava di Bauxite di Otranto appare subito dopo un boschetto.

 

Fonte: SiViaggia

Continua la lettura con:  Le località del giorno (per una gita da Milano)

FABIO MARCOMIN

Vedi anche: Adda, Brescia, Brunate, Genova, Como, Orrido di Nesso, Crespi d’Adda, Torrechiara, Dossena, Civate, Oasi Zegna, Biella, Bormio, le Marmitte dei Giganti, Isolino VirginiaLuganoPomponescoMeranoMorcote, Mantova, Incisioni Rupestri della Valcamonica, la Pozza di Leonardo, le “Filippine Italiane”Lodi, PaviaVigevanoBobbio, Cumiana, MonzaValsassinaBardinetoValle d’Intelvi, Maranello, Tremosine, Ricetto di Candelo, Madonna di CampiglioVal VigezzoPunta Sasso, Bubble Room, Portofino, BellagioLegnanoSottomarinaLe 5 TerreBroloPreda RossaLomelloBergamoMadruzzoGaggioPusianoGera LarioChamoisLerici

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteI 7 QUARTIERI di Milano con le MAGGIORI POTENZIALITÀ per il futuro
Articolo successivo5 cose che ODIAMO di Milano
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.