Il PAESAGGIO LUNARE a due ore da Milano

La forza millenaria della natura ha dato vita a un paesaggio fuori dal mondo


La forza millenaria della natura ha dato vita a un paesaggio fuori dal mondo. Dove si trova e come arrivarci.

Milano-Marmitte dei Giganti Uriezzo

Il PAESAGGIO LUNARE a due ore da Milano

# Le Marmitte dei Giganti di Uriezzo

Credits _.imvaleria._ IG – Marmitte dei Giganti Uriezzo

In Piemonte, nel mezzo della Val Formazza, l’azione millenaria di levigazione delle rocce compiuta dall’acqua del fiume Toce, che scorre verso valle dopo un salto d’acqua di circa 143 metri che scende dalle Alpi, ha dato vita alle “Marmitte dei Giganti” di Uriezzo. Dei crateri la cui forma circolare ricorda delle immense ciotole, questo è il motivo del loro nome, che le correnti e i mulinelli d’acqua incidono nell’alveo del fiume.

Credits mashaa_arborati IG – Marmitte dei giganti

Queste rocce dalle diverse sfumature di grigio, lavorate dall’incessante scorrere del fiume, affiorano creando delle cascate e delle pozze d’acqua di colore turchese. Sembra di ritrovarsi in un paesaggio lunare.

Leggi anche: Il MISTERO della provincia di VCO

# I quattro orridi di Uriezzo

Credits alessandrofradelizio IG – Orridi di Uriezzo

Un’altra meraviglia da non perdere sono gli Orridi di Uriezzo: di Balmasurda, l’Oriddo Sud, l’Orrido Nord-est e l’Orrido Ovest. I primi tre sono i più suggestivi.

L’Orrido di Balmasurda è l’unico ancora attivo, dove scorrono le acque del fiume Toce prima di raggiungere la piana di Verampio, mentre il più spettacolare è l’Orrido Sud, si tratta di una fenditura nella roccia lunga ben 250 m e profonda 30 m. Essendo senz’acqua si può scendere nella gola a piedi grazie a una scalinata in ferro predisposta appositamente. La gola dell’Orrido nord-est è lunga invece un centinaio di metri e le sue pareti raggiungo i 10 metri di altezza.

# Come arrivare da Milano

Per arrivare in questa oasi naturale spettacolare ci vogliono circa due ore da Milano. Ci sono due alternative: si può prendere l’Autostrada A8 oppure l’A4 per noi innestarsi sull’A26 in direzione di Gravellona Toce. Si esce a Crodo e si prosegue verso Crodo/Valle Antigorio/Valle Formazza e infine sulla SS659 fino al Comune di Premia, nella frazione Crego. Si può lasciare l’auto nel piccolo parcheggio di fronte all’Oratorio di Santa Lucia e da quel punto iniziare la strada a piedi che conduce prima agli orridi e poi alle Marmitte dei Giganti.

Continua la lettura con: Le località del giorno (per una gita da Milano)

FABIO MARCOMIN

Vedi anche: BormioIsolino VirginiaLuganoPomponescoMeranoMorcote, Mantova, le “Filippine Italiane”Lodi, PaviaVigevanoBobbio, Cumiana, MonzaValsassinaBardinetoValle d’Intelvi, Como, Maranello, Tremosine, Ricetto di Candelo, Madonna di CampiglioVal VigezzoPunta SassoPortofino, BellagioLegnanoSottomarinaLe 5 TerreBroloPreda RossaLomelloBergamoMadruzzoGaggioPusianoGera LarioChamoisLerici

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/