Le ESTENSIONI FUTURE delle linee della METROPOLITANA

Vediamo come si espanderà la rete metropolitana di Milano e gli ulteriori prolungamenti allo studio

Credits arcipelagomilano - Prolungamenti metro

Le rete metropolitana di Milano continua a espandersi. Tutte le linee, compresa la futura M4, hanno progetti approvati o in fasi di studio per il loro prolungamento. Vediamo le estensioni programmate e quelle possibili dei prossimi anni.

Le ESTENSIONI FUTURE delle linee della METROPOLITANA

# M1: si allungherà di 5,4 km superando per estensione la M2 e arrivando a 43 fermate 

La linea M1 crescerà di 5,4 km grazie a due prolungamenti, uno a nord e l’altro ad ovest, arrivando a 32 km di tracciato e 43 fermate.


Prolungamento M1 Monza-Bettola

A nord sono già state realizzate le gallerie per estendere il tracciato di 1,9km con le due nuove fermate di Sesto Restellone e Monza Bettola. Dopo oltre 10 anni di lavori causati dai fallimenti delle aziende incaricate e per ultimo dalla riprogettazione del nodo d’interscambio con la linea M5 con annesso polo commerciale, il nuovo capolinea della M1 e tutta la tratta dovrebbe inaugurare all’inizio del 2024.

Credits: Urbanfile – Prolumgamento Bisceglie-Quartiere degli Olmi

A ovest è già stata approvata, e finanziata con 350 milioni di euro, l’estensione della linea rossa da Bisceglie a Baggio, con la realizzazione di tre nuove fermate: Parri, Baggio, Olmi. Il tracciato si snoda per 3,5 km, con capolinea in via degli Ulivi, e i cantieri dovrebbero aprirsi nel 2022 per chiudersi entro la fine del 2027

# M2: avviata la fase di approfondimento per il prolungamento da Cologno a Vimercate con una metropolitana leggera

Prolungamento M2

La linea M2 verrà prolungata da Cologno Nord a Vimercate, anche se la tipologia di trasporto scelta è ricaduta su una metropolitana leggera. A partire dal progetto presentato nel settembre del 2019 da MM e rivisto più volte, la stessa partecipata milanese è stata incaricata di realizzare un approfondimento per definire gli standard infrastrutturali del sistema, effettuare un’analisi planoaltimetrica del tracciato, verificare le principali interferenze e vincoli. A questo seguirà lo studio di fattibilità tecnico-economica per individuare il percorso migliore per servire i comuni di Brugherio, Carugate, Agrate Brianza, Concorezzo e Vimercate. I fondi per il progetto sono stati inseriti nella finanziaria 2022.



M2 a Rozzano

A sud una possibile estensione, che ha ottenuto le migliori performance nell’analisi costi-benefici ma senza ancora uno studio di fattibilità, potrebbe arrivare nel comune di Rozzano.

# M3: allo studio due prolungamenti per la linea, a nord fino a Paderno Dugnano e a sud fino a Paullo

I progetti di prolungamento della linea metropolitana M3 si muovono più a rilento rispetto alle altre, ma sono comunque allo studio l’estensione a nord fino a Paderno Dugnano e a sud fino a Paullo.

Credit: nord24milano.it

Alla fine del 2020 è stata messa a disposizione una somma di 350mila euro per finanziare lo studio di fattibilità del prolungamento della M3 a nord di due fermate, nei comuni di Cormano e Paderno Dugnano.

Credits: laprovinciacr.it – m3 a Paullo

La vicenda sul prolungamento della linea gialla fino a Paullo dura ormai da 30 anni. Ad oggi è stato redatto un primo studio di fattibilità, che andrebbe aggiornato, ma sono ancora diverse le ipotesi in campo. La prima vede l’estensione della linea fino a San Donato Centro per poi proseguire fino a Paullo est con bus rapidi in superficie o metrotranvia, la seconda una metrotranvia fino a Peschiera, la terza tutta la tratta in metropolitana lungo i 5 km di percorso. Ad oggi l’ultima opzione sembra quella meno realizzabile. Nella finanziaria 2022 sono previste le risorse sia per il progetto di estensione fino a Paullo e sia per quello da Peschiera verso Crema.

Leggi anche: La M3 arriverà fino a PAULLO? La regione dice NO e propone altre due soluzioni

# M4: entro il 2024 entreranno in funzione le 21 stazioni lungo i 15 km della nuova linea. In fase avanzata di progettazione due prolungamenti oltre i due capolinea

Nei prossimi anni Milano vedrà l’apertura della sua quinta linea metropolitana, la M4, ma sono già in fase avanzato di studio la realizzazione di due prolungamenti verso ovest e verso est.

Le nuove denominazioni delle stazioni delle linea blu

La nuova linea metropolitana milanese, la blu o M4, dopo numerosi ritardi e rinvii dovrebbe inaugurare la prima tratta tra Linate Aeroporto e Dateo verso la fine del 2022. L’anno successivo fino a San Babila, mentre il tratto rimanente, dal centro alla periferia sud-ovest del Giambellino e Lorenteggio fino alla stazione di San Cristoforo FS nella prima parte del 2024. 

Leggi anche: La nuova DATA per la INAUGURAZIONE della M4: sarà la volta buona?

Prolungamento M4

Nel progetto ufficializzato a dicembre che prevede la realizzazione del “Milan east gate hub”, la nuova stazione ferroviaria dell’alta velocità ad est della città, è compreso il prolungamento del tracciato di 3,1 km della linea M4. Il percorso si allungherà in sotterranea dall’Aeroporto di Linate all’Idroscalo e ci saranno due fermate nel territorio di Segrate: Idroscalo-San Felice e Segrate punta Est. L’apertura della tratta dovrebbe avvenire tra il 2026 e il 2027, essendo stimanti 4 di lavori dalla consegna delle aree. I fondi sono previsti dalla finanziaria 2022.

Leggi anche: EAST HUB: le novità sulla PROSSIMA PORTA di INGRESSO di Milano

Credits: giornaledeinavigli.it – Diverse ipotesi di prolungamento M4 a ovest

La linea blu attende le risorse per finanziare il progetto preliminare di estensione ad ovest oltre il capolinea di San Cristoforo Fs. Tutti gli enti coinvolti, comuni, Città Metropolitana di Milano e Regione Lombardia, hanno approvato il prolungamento, resta da decidere il percorso, la lunghezza e il numero di fermate. Sono 6 le ipotesi al vaglio su cui dovrà ricadere la scelta definitiva, per una lunghezza massima di 4 km.

# M5: entro il 2030 la linea raddoppierà con nuovo capolinea nord a Monza Polo Istituzionale: 13km e 12 fermate. Ipotizzate altre due estensioni: verso Bresso e Settimo/Magenta

La linea lilla raddoppierà la sua estensione entro il 2030, con 13km e 12 nuove fermate a nord e nuovo capolinea Monza Polo Istituzionale e sarà così la prima metropolitana a collegare due province. In studio due ulteriori prolungamenti, un altro a nord e uno ovest.

M5 Bignami-Monza

Entro il 2030 la linea M5 attraverserà i comuni di Milano, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni e Monza, raddoppiando la lunghezza attuale con i 13 km di binari aggiuntivi. Dopo la stazione di Bignami, ora capolinea, verranno costruite altre 12 fermate: Testi Gorky, Bassini, Rondinella Crocetta, Matteotti, Monza Bettola, Campania, Marsala, Monza Fs, Monza Centro Trento Trieste, Villa Reale, Ospedale San Gerardo, Polo Istituzionale. L’importo per la realizzazione dell’opera è di 900 milioni di euro, già interamente coperto, e i lavori dovrebbero partire entro il 2022.

Sbinamento M5

La linea potrebbe prevedere un ulteriore prolungamento a nord, verso i territori di Bresso, Cusano Milanino e Cinisello, con la biforcazione dei binari da Bignami: da un lato proseguendo verso Monza, dall’altro in direzione Bresso con l’ipotesi di 5 nuove fermate: Parco Nord, Bresso, Cusano e due fermate a Cinisello. Al momento è già stato completato lo studio di fattibilità. Il tracciato dovrebbe estendersi per 5,5 km.

Prolungamento M5 Settimo Milanese

In fase di partenza c’è anche uno studio fattibilità per il prolungamento della lilla a ovest da San Siro Stadio verso Settimo Milanese. Le nuove fermate sarebbero 5: Caldera, Quinto Romano, San Romanello, Figino, Settimo Milanese. Una delibera regionale ha inoltre approvato uno studio di fattibilità su estensione supplementare da Settimo Milanese a Magenta per quasi 20 km di nuovo tracciato.

Leggi anche: La M5 va oltre SAN SIRO: pronto lo STUDIO di FATTIBILITÀ per l’estensione di 11 chilometri

# Circle Line: una metro semi-circolare sul percorso della S9 con 12 fermate, interscambi con 5 linee metropolitane e passaggio dei treni ogni 10 minuti

Circle line Milano
Credits: wikipedia.org – Circle line Milano

Tra le linee più interessanti del futuro sistema di trasporto milanese c’è la circle line, una metro semi-circolare di 12 fermate sul percorso della linea S9, nel tratto compreso tra Rho Fiera e San Cristoforo FS. La linea vedrà altre 4 nuove stazioni oltre a quella in costruzione di Tibaldi, con termine lavori previsto nel 2023: Istria che interscambierà con la M5, Dergano con M3, Stephenson e MIND-Cascina Merlata a nord-ovest. Insieme alle 7 stazioni esistenti di San Cristoforo, Romolo, Porta Romana, Forlanini, Lambrate, Certosa, Rho Fiera ci saranno un totale di 12 stazioni a servizio della città e dei pendolari in ingresso. L’intero tracciato ferroviario verrà rifunzionalizzato, saranno acquistati 20 treni dedicati che a regime passeranno ogni ogni 10 minuti

Leggi anche: In costruzione la PRIMA STAZIONE della futura CIRCLE LINE

# M6: una nuova linea da nord-ovest a sud-est di 37 fermate, con orizzonte oltre il 2030

La linea M6 con le varianti previste nel PUMS
La linea M6 con le varianti previste nel PUMS

Nel Pums è prevista un’altra linea metropolitana per Milano, la linea M6 o linea rosa, al momento l’ultima linea metropolitana radiale in fase di analisi. La linea dovrebbe fungere, nelle intenzioni del Comune, da collegamento tra la periferia nord-ovest e quella sud-est di Milano, passando per il centro della città. Nel piano del 2010 la linea prevedeva 37 fermate (tra le quali Quarto Oggiaro, viale Certosa, Pagano, Porta Genova, piazza XXIV Maggio, Porta Romana, via Lombroso, Ponte Lambro). Le varianti ipotizzate sono 6: a nord diramazione verso Baranzate o Molino Dorino da Rho Fiera, dopo Cadorna l’interscambio con la linea M3 o linea M2, a sud estensione fino a Rogoredo/Ponte Lambro o Noverasco. L’orizzonte della linea è oltre il 2030. Nella finanziaria 2022 sono stati stanziati i fondi per lo studio di fattibilità di M6 che interesserà la parte sud del milanese in connessione con le linee della metropolitana 2 e 3.

Leggi il progetto qui: M6: la favola della metropolitana ROSA

Continua la lettura con: Le STAZIONI di Milano più scomode: dove se sei di fretta, perderai il treno

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteI QUARTIERI SCOMPARSI di Milano
Articolo successivoLa strada nuova
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here