🛑 Europa: paese per paese, dove le RESTRIZIONI di NATALE sono PIÙ DURE?

10+1 Paesi europei a confronto per misure restrittive e risultati finora ottenuti nella pandemia

Credits: thisbelgium IG - Bruxelles

Le festività natalizie si stanno avvicinando e in tutto il continente i singoli Stati stanno adottando misure differenti per contenere gli effetti di questa seconda ondata. Il quadro della situazione.

Europa: paese per paese, dove le RESTRIZIONI di NATALE sono PIÙ DURE?

#10 Svezia: quasi solo raccomandazioni, poco divieti

La nazione svedese è quella che continua a garantire maggiori libertà ai propri cittadini, anche durante le festività natalizie. Non ci sono obblighi, ma solo raccomandazioni. Per il periodo di Natale e Capodanno le nuove raccomandazioni sono entrate in vigore il 14 dicembre. I punti chiave sono i seguenti:


  • Socializzare solo con persone che si incontra abitualmente, meglio se con massimo di 8 persone
  • Mantenere le distanze dalle persone che incontri e incontrati fuori, se possibile
  • Tenere una distanza dagli altri in luoghi pubblici, all’aperto e al chiuso
  • Evitare i luoghi affollati come negozi e trasporti pubblici, se possibile
  • Se si viaggia, assicurati di potersi isolare da solo e tornare a casa in sicurezza senza entrare in contatto con gli altri nel caso in cui si sviluppino sintomi

Le persone sono libere di viaggiare tra le regioni, ma sono esortate a farlo in modo responsabile, evitando di entrare in contatto con gli altri lungo il percorso. Gli unici divieti sono quello di eventi pubblici con più di otto persone e  di vendita di alcolici dopo le 22:00.

Si prosegue sconsigliando l’uso di mascherine anche in interno perché, a detta degli esperti svedesi, la mascherina protegge solo se utilizzata in un ambiente asettico, tipo sala operatoria, e cambiata di frequente. In caso contrario potrebbe essere non solo inutile ma addirittura nazione. 

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Svezia 26, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): Svezia 2,5 morti (la seconda migliore in Europa), Italia 8,0 morti (la seconda peggiore in Europa).
Morti totali per milione di abitanti: Svezia 770, Italia 1.101



#9 Norvegia, per due giorni di festività il limite delle riunioni sale a 10 persone. Sono sconsigliati i viaggi non essenziali. I negozi rimangono aperti

Anche la Norvegia ha soprattutto raccomandazioni. Le regole più rigide sono quelle che limitano le riunioni nelle case private, ma queste saranno leggermente allentate per le festività, al momento a non più di cinque ospiti esterni, a dieci persone per due giorni a Natale. Alle famiglie sarà data libera scelta di quali giorni utilizzare questa concessione. Le attività rimangono aperte.

Le linee guida natalizie sono valide dal 23 dicembre al 1 gennaio. Le autorità sconsigliano viaggi non essenziali in Norvegia, ma tornare a casa per Natale può essere considerato necessario. Le persone che viaggiano da zone a bassa o alta infezione sono invitate a prestare attenzione per i primi 10 giorni dopo aver viaggiato nel paese. Nessun obbligo di mascherine. 

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Norvegia 7, Italia 680.
Morti totali per milione di abitanti: Norvegia 74, Italia 1.101

#8 Svizzera: raduni limitati a 10 persone, ma è permesso sciare

I negozi, ristoranti e caffè sono aperti, ma dal 13 dicembre al 22 gennaio potrà esserci un minor numero di persone ammesse nei negozi e piccoli raduni privati. Oggi solo i gruppi fino a cinque persone di due famiglie possono incontrarsi, mentre dal 24 al 26 dicembre e il 31 dicembre potranno riunirsi fino a 10 persone. Rispetto alle nazioni confinanti è consentito sciare. Obbligo di mascherine solo sui mezzi di trasporto, comprese funivie. 

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Svizzera 108, Italia 680.
Morti totali per milione di abitanti: Svizzera 735, Italia 1.101

#7 Austria: il lockdown è stato sostituito dal coprifuoco e da limiti ai raduni. Nei giorni di festa riunioni fino a 10 persone

Le autorità austriache hanno annunciato un allentamento delle misure da lunedì 7 dicembre. Il lockdown per tutto il giorno in Austria è stato annullato e le restrizioni sull’uscita di casa ora si applicheranno solo dalle 20:00 alle 6:00. Ora si può uscire sempre di casa durante il giorno, di notte invece solo per quattro motivi: lavoro, esercizio fisico, cura degli altri bisogni essenziali.

Durante la giornata si può incontrare un massimo di sei adulti e sei bambini da un massimo di due nuclei familiari, mentre dal 24 al 26 dicembre e il 31 dicembre fino a dieci persone di qualsiasi numero di famiglie. I negozi possono riaprire, anche se soggetti a forti restrizioni, con un solo cliente per dieci metri quadrati. I mercatini di Natale e la vendita di alcolici da asporto sono stati banditi.

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Austria 116, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): Austria 8,45 morti (la peggiore in Europa), Italia 8,0 morti (la seconda peggiore in Europa).
Morti totali per milione di abitanti: Austria 528, Italia 1.101

#6 Spagna, allentamento delle restrizioni: raduni famigliari fino a 10 persone e coprifuoco all’1.30 per la vigilia di Natale e Capodanno

Il governo spagnolo vieta gli spostamenti tra regioni tra il 23 dicembre e il 6 gennaio per scoraggiare i viaggi tra le comunità autonome. Ma il periodo delle vacanze vedrà anche un allentamento delle regole. Per non tenere separate le famiglie verranno consentiti raduni fino a dieci persone dalle attuali sei e il coprifuoco sarà prolungato fino all’1.30 la vigilia di Natale e a Capodanno.

In base alle norme nazionali, il viaggio è giustificato anche allo scopo di incontrare familiari e persino amici intimi, sebbene alcune autorità regionali impongano restrizioni più severe per evitarlo. Negozi, bar e ristoranti sono comunque aperti. Negli altri giorni il coprifuoco scatta da mezzanotte. 

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Spagna 195, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): Spagna 3,15 morti (la terza migliore in Europa), Italia 8,0 morti (la seconda peggiore in Europa).
Morti totali per milione di abitanti: Spagna 1.039, Italia 1.101

#5 Francia: ristorazione e cultura ferme fino a gennaio. La vigilia solo  coprifuoco e libertà di viaggiare da parenti e amici. Per le cene limite consigliato di 6 persone

Le persone potranno viaggiare liberamente in Francia, i residenti internazionali possono tornare nei loro paesi d’origine, incontrarsi con la famiglia e gli amici per festeggiare le vacanze sono consentite. Ciò non significa che non rimangano restrizioni, ci sarà infatti un coprifuoco delle 20:00 in vigore per tutto il periodo festivo tranne il 24 dicembre e bar, caffè, ristoranti, cinema, teatri e musei tutti chiusi almeno fino a gennaio.

Al pubblico viene anche consigliato di “isolarsi” per una settimana prima di Natale se si intende vedere i parenti anziani. Per quanto riguarda le tradizionali cene di famiglia di Natale e Capodanno, si consiglia alle persone di limitare a un massimo di 6 persone.

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Francia 289, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): Francia 4,15 morti (la quinta migliore in Europa), Italia 8,0 morti (la seconda peggiore in Europa).
Morti totali per milione di abitanti: Francia 908, Italia 1.101

#4 Regno Unito: finito il lockdown nazionale, quasi tutto il paese è soggetto alle restrizioni più rigide, ma per Natale sono permesse riunioni fino a tre famiglie diverse

Il Regno Unito ha terminato il suo lockdown nazionale, ma vaste parti del paese, inclusa Londra, sono soggette a rigide restrizioni di “livello 3”, il che significa che bar e ristoranti sono chiusi. Per quanto riguarda il Natale, il governo consente fino a tre famiglie di riunirsi insieme.

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: UK 612, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): UK 4,45 morti, Italia 8,0 morti.
Morti totali per milione di abitanti: UK 963, Italia 1.101

#3 Germania: regole inasprite sulle riunioni di famiglia, negozi chiusi ma nessun divieto di viaggiare. Dal 24 al 26 dicembre limite di quattro famigliari come ospiti

Da mercoledì 16 dicembre fino almeno al 10 gennaio sono state introdotte misure più severe dopo la crescita del numero di decessi: le scuole devono passare all’insegnamento online o chiudere fino alla metà del prossimo mese. Anche i negozi e i parrucchieri non essenziali devono chiudere così come vietato il consumo di alcolici in pubblico.

Per festeggiare il Natale dal 24 al 26 dicembre una famiglia può incontrare quattro familiari stretti, esclusi i minori di 14 anni. A Capodanno sono vietati i raduni e le persone non possono acquistare fuochi d’artificio. Alle persone non è stato ordinato di rimanere a casa, ma solo raccomandato.

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Germania 910, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): Germania 3,45 morti, Italia 8,0 morti.
Morti totali per milione di abitanti: Germania 291, Italia 1.101

#2 Paesi Bassi: scuole e negozi chiusi fino al 19 gennaio. Dal 24 al 26 dicembre consentiti massimo 3 ospiti a casa

I Paesi Bassi hanno appena imposto un blocco rigoroso di cinque settimane con scuole e negozi non essenziali che chiudono fino al 19 gennaio. Il governo olandese ha fissato un numero massimo di ospiti nella casa a due al giorno, ma verrà fatta una piccola eccezione per Natale, consentendo tre ospiti in totale il 24, 25 e 26 dicembre.

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Olanda 78, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): Olanda 2 morti, Italia 8,0 morti.
Morti totali per milione di abitanti: Olanda 597 Italia 1.101

#1 Belgio: riunioni consentite solo all’aperto

Il Belgio consente solo le riunioni di Natale all’aperto, il che significa che chiunque non abbia un giardino non può invitare nessuno. E per chi ha un giardino, gli ospiti non sono ammessi in casa e solo uno di loro può usare il bagno. Se un altro ospite ha bisogno di riposarsi, deve tornare a casa.

Ultimi dati (aggiornati al 16 dicembre).
Decessi 16 dicembre: Belgio 100, Italia 680.
Decessi per 100.000 abitanti/settimana (calcolati sulle ultime due settimane): Belgio 5,7 morti, Italia 8,0 morti.
Morti totali per milione di abitanti: Belgio 1.574, Italia 1.101

Italia: ancora in attesa delle misure definitive per le festività. Se dovesse essere applicato il lockdown da zona rossa, sarebbe il Paese con le restrizioni più rigide.

Il governo italiano raccomanda un massimo di sei adulti attorno al tavolo, i viaggi non essenziali tra le regioni sono vietati dal 21 dicembre al 6 gennaio e il 25, 26 e 31 dicembre non ci si potrà spostare nemmeno fuori dal proprio comune.

I ristoranti possono aprire a Natale, fino alle 18:00, nelle regioni gialle e il coprifuoco sarà alle ore 22. A seguito delle immagini degli assembramenti per lo shopping natalizio sembra che le restrizioni subiranno un ulteriore aggravamento: probabile un nuovo lockdown totale (zona rossa) dal 24 dicembre all’epifania. Unico paese con obbligo di mascherine all’aperto. Se dovesse essere confermato il lockdown da zona rossa, l’Italia risulterebbe il paese con le peggiori restrizioni. 

Fonti: The Local.se, worldometers.info, ECDC (dati ufficiali Unione Europea)

Continua la lettura: Uno studio internazionale: in ITALIA le misure anti Covid più restrittive del mondo. NORVEGIA e FINLANDIA provano che l’approccio svedese FUNZIONA

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore