I 60 ANNI del PIRELLONE: storia di un grattacielo

Una mostra celebra la sua storia e quella di chi ne fatto parte

Credits Andrea Cherchi - Pirellone

Il grattacielo simbolo della Milano moderna e industriale inaugurato nel 1961, compie 60 anni. Una mostra celebra la sua storia e quella di chi ne fatto parte.

I 60 ANNI del PIRELLONE: storia di un grattacielo

# Una mostra racconta la storia del Pirellone, un simbolo di Milano nel mondo

Credits archiportale-Uliano Lucas – Immigrato sardo davanti al Pirellone nel 1968

La mostra “Storie del Grattacielo. I 60 anni del Pirellone tra cultura industriale e attività istituzionali di Regione Lombardia”, curata dalla Fondazione Pirelli e dall’architetto Alessandro Colombo e promossa da Regione Lombardia, Giunta e Consiglio, e dalla Fondazione Pirelli, racconta il Grattacielo Pirelli sotto una veste insolita. Il simbolo della “Milano industriale” nato come Headquarter della Pirelli e poi diventato sede e simbolo di Regione Lombardia, viene mostrato attraverso materiali storici originali, fotografie, illustrazioni, filmati di repertorio, provenienti in gran parte dall’Archivio Storico Pirelli, oltre che da testimonianze esclusive di persone che lo hanno pensato, progettato, realizzato e vissuto lungo il corso di questi sessant’anni.


# La celebrazione della modernità della tecnologia e dell’industria lombarde e dell’avanguardia urbanistica della “città che sale”

Credits fondazione pirelli -Ingresso mostra 60 anni Pirellone

L’obiettivo delle mostra è celebrare “la modernità della tecnologia e dell’industria lombarde, dell’istituzione della Regione nel cinquantesimo anno della sua fondazione, e dell’avanguardia urbanistica della “città che sale” che ha trovato in Milano la massima espressione. Il percorso espositivo si apre con un plastico dell’edificio proveniente dai Gio Ponti Archives posizionato al piano della “memoria”, il 26esimo, davanti a una grande parete che accoglie il pubblico allo sbarco dagli ascensori con la riproduzione di uno schizzo dello stesso Ponti che riassume la sua idea di Milano.

Credits archiportale – Bozzetto Giò Ponti

Il disegno venne infatti realizzato dall’architetto durante una sua intervista sull’edificio mentre raccontava la sua visione profetica per la città: “Sogno una Milano fatta dai miei colleghi architetti. Certamente non voglio una Milano fatta con case basse e un grattacielo qui, uno là, un altro là e un altro ancora là. Sarebbe come una bocca con qualche dente lungo e gli altri corti. I grattacieli sono belli se si trovano uno di fianco all’altro, come delle isole. […] Questo che dico non è un sogno, dico ciò che sarà in futuro”.

# Come è strutturato il racconto del Pirellone

Credits fondazione pirelli – Timeline mostra Pirellone

Il racconto del Pirellone è scandito in cinque tempi, dal 1956 ai giorni nostri, per accompagnare il lettore e il visitatore da una timeline che ripercorre la grande storia nazionale e internazionale e gli eventi più significativi che hanno segnato l’immaginario collettivo. Il progetto viene arricchito dai contenuti della mostra messi a disposizione sulla  piattaforma digitale 60grattacielopirelli.org. La mostra è visitabile a Palazzo Pirelli (ingresso via F. Filzi 2) su prenotazione nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14,30 alle ore 16,30 fino al 30 novembre 2021.



Continua la lettura con: 7 cose che forse non sai sul BOSCO VERTICALE, il “grattacielo più bello e innovativo del mondo”

FABIO MARCOMIN

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Comunali Milano, Mauro Festa (Partito Gay) e Giorgio Goggi (Socialisti di Milano): “Ecco cosa faremo ai ballottaggi”

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.