Gli INCUBI METROPOLITANI dei MILANESI

Ecco le sette più angoscianti

Trainspotting

I milanesi soffrono di alcune paure ataviche e altre più recenti che chi vive in altri luoghi d’Italia difficilmente potrebbe capire. Ecco le sette più angoscianti.

Gli INCUBI METROPOLITANI dei MILANESI

#1 Che la routine possa saltare in aria da un giorno all’altro

Credits sodinonsapere – Routine

Organizzare tutto nei minimi dettagli, sia sul lavoro che nella vita quotidiana, la  routine non può essere intralciata. La sola idea che possa saltare tutto in aria da un giorno all’altro terrorizza.


#2 Ogni cosa che possa rallentare il traffico: manifestazioni, sciopero Atm, ciclabili, incidenti

Credits: www.mitomorrow.it

Il milanese odia essere in ritardo e quindi qualsiasi cosa che possa rallentare il traffico, e di conseguenza la sua giornata, lo getta nel panico. Dalle manifestazioni agli scioperi Atm, dalle ciclabili piene di ciclisti che bloccano la strada a incidenti di vario tipo.

#3 Il display dei mezzi pubblici con un tempo di attesa inaccettabile

Milano ha uno dei suoi punti di forza nella puntualità del trasporto pubblico, su cui ogni cittadino può fare affidamento, soprattutto in metropolitana. Un display con minuti di attesa esorbitanti può mettere il milanese in una condizione di paura paralizzante.

#4 Il parcheggio

Le strisce bianche sono sempre di meno, mentre aumentano quelle gialle per i residenti e  la creazione di zone a traffico limitato e pedonali sta riducendo anche quelle blu a pagamento. La paura di non trovare parcheggio è sempre più causa di forte fonte di stress. 



#5 C’è posta per te: la multa sul parabrezza o la raccomandata verde in casella postale

credits: insella.it

La difficoltà nel trovare parcheggio porta in dote una negativa conseguenza, il rischio di una multa salata per parcheggio in divieto di sosta. Dopo aver cercato un posto libero per ore l’automobilista milanese spesso sconfortato lascia la macchina nel primo spazio disponibile. La multa sul parabrezza o la raccomandata “verde” nella casella postale è solo la logica conseguenza, facendo di questa situazione una delle paure più frequenti per il milanese.

#6 Perdere la consegna di Amazon

Credits economyup – Amazon

Da quando l’ecommerce è diventato il modo più comodo e diffuso per fare acquisti, con il colosso Amazon che porta un pacco anche entro un’ora dall’ordine, c’è solo una paura che può agitare il milanese: perdere la consegna perché fuori casa in quel momento.

#7 Rimanere senza carica del cellulare quando si prende qualcosa in sharing 

Credits telecaprinews.it – Cellullare scarico

A Milano tutto è ormai in sharing: biciclette, monopattini, scooter e auto. Da quando ci si può muovere grazie all’utilizzo dello smartphone, la paura che la batteria si scarichi nel momento di chiudere il noleggio è all’ordine del giorno.

Continua la lettura con: I SEGRETI della comunicazione NON VERBALE dei milanesi

FABIO MARCOMIN

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.