La grande novità del PNRR a Milano: la METROTRANVIA 7

Questo il suo percorso e le altre opere del piano a Milano


Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono stati previsti 480 milioni di euro per favorire la mobilità dolce a Milano. Il vincolo per l’utilizzo di queste risorse è che le opere vengano concluse entro il 2026, l’anno in cui avranno luogo in città le Olimpiadi Invernali. Vediamo nel dettaglio quali interventi verranno realizzati.

La grande novità del PNRR a Milano: la METROTRANVIA 7

# 309 milioni di euro per l’acquisto di nuovi mezzi per il trasporto pubblico

Credits lineadirettaAtm – Bus elettrico

La parte più corposa delle risorse, 309 milioni di euro, è destinata all’acquisto di mezzi per il trasporto pubblico. Per la precisione per le strade della città gireranno 14 nuovi tram bidirezionali, 10 nuovi filobus e 350 bus elettrici.


Leggi anche: GREEN WALL e BOSCO URBANO: le novità di ATM per il futuro di Milano

# 99 milioni di euro per nuove linee e tracciati

Credits Urbanfile – Metrotranvia 7

Per la realizzazione di linee e tracciati di superficie sono previsti 99 milioni di euro:

  • l’opera più importante, a cui sono riservati 86,3 milioni, è la Metrotranvia interquartiere 7 che, nel suo percorso completo di 14 km tutti in corsia protetta, collegherà la fermata M2 di Cascina Gobba a Villapizzone servendo orizzontalmente il quadrante nord della città. Sono previsti due lotti funzionali, il primo tra Niguarda e Cascina Gobba e il secondo da Bausan a Villapizzone;
  • gli altri 12,5 milioni serviranno per realizzare la corsia preferenziale della filovia 90-91 tra piazza Zavattari e piazza Stuparich attesa da anni.

Leggi anche: Il PERCORSO INCOMPIUTO della 90-91 sarà (quasi) COMPLETATO



# 52 milioni di euro per la risistemazione di aree pubbliche

Risistemazione area cantiere metro 4 Giambellino

Tra le risorse in arrivo con il Pnrr ci sono anche 52 milioni di euro per sistemare alcune aree pubbliche:

  • quelle interessate dai cantieri della nuova linea metropolitana M4 con l’obiettivo di creare nuove piazze e luoghi di aggregazione, sulla tratta ovest nelle zone di Gelsomini e Frattini e su quella centrale nella zona di Sant’Ambrogio e San Babila;
  • altre aree pubbliche nei quartieri di Greco, Niguarda e San Siro.

# 9,7 milioni di euro per 23 km di piste ciclabili

Passerellla Naviglio-San Cristoforo M4

Un altro investimento è destinato alla mobilità dolce. Ci saranno 9,7 milioni di euro da impiegare per la realizzazione di:

  • 23 chilometri di percorsi che colleghino le università e i nodi ferroviari
  • la nuova passerella ciclopedonale a scavalco del treno e del Naviglio Grande tra San Cristoforo e Rocchetto Sul Naviglio per collegherà i cittadini alla nuova stazione M4;
  • la ciclabile di via Olona-Modestino-Solari.

# 10,3 milioni di euro per la piattaforma MaaS

Credits: periodicodaily.com – MAAS

L’ultima fetta di fondi, 10,3 milioni di euro, verrà utilizzata per realizzare la piattaforma virtuale Maas (Mobility as a Service). Grazie a questo infrastruttura tutti i cittadini e gli utenti potranno trovare le soluzioni e gli operatori del trasporto pubblico e pianificare il proprio viaggio da una semplice app.

Continua la lettura con: Entro l’anno INAUGURA la PRIMA STAZIONE della CIRCLE LINE

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità. 


Articolo precedenteLa CASA GIREVOLE che fa risparmiare SOLDI e ti cambia le VACANZE per sempre
Articolo successivoL’abito è il monaco
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.