L’abito è il monaco

Nel dibattito politico italiano se sembri competente non devi dimostrare di esserlo


Nella politica italiana l’antico proverbio l’abito non fa il monaco funziona esattamente al contrario.

Pare sia consolidata l’abitudine di travestirsi da persone capaci anche se poi non si dimostra in nessun modo di essere in grado di risolvere i problemi. Persone che non hanno mai fatto nulla in ambito sanitario, possono diventare improvvisamente esperti, capaci di declinare qualunque intervento richiamando principi scientifici e disposizioni universalmente accettate. E malgrado non riescano a ottenere nulla, anzi spesso peggiorano ulteriormente la situazione, il dimostrarsi apparentemente sicuri e inseriti perfettamente nella parte basta questo a trasmettere un messaggio di successo ai cittadini, senza che questi mettano in dubbio minimamente l’autorità sulla base dei risultati prodotti.


Lo stesso vale, ad esempio, per un governo in cui il primo ministro sia scelto in base alla sua carriera, anche se non politica. Solo il fatto che si presenti come persona capace e autorevole lo esenta automaticamente agli occhi dei cittadini dal dover dimostrare con i risultati una reale capacità di affrontare i problemi. Anche se non fosse in grado dopo un certo tempo, ad esempio un anno e mezzo, di produrre alcun risultato concreto per migliorare la situazione del Paese, lo si giudica esclusivamente in base alla sua apparenza di persona competente.

Se ai fedeli di una religione può bastare l’abito per fare il monaco, i cittadini dovrebbero invece giudicare un governante sulla base delle azioni di questo mondo, non dell’altro.

Continua la lettura con: Tutti i pensieri del giorno 

MILANO CITTA’ STATO 



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato