🛑 Il nuovo piano aria al voto: AREA B estesa all’area metropolitana?

Milano progetta nuovi obiettivi ecologici per il 2026 e il 2050: meno inquinamento, più strutture che contribuiscano ad una città carbon free

Credits: pixabay.com. dimitrisvetsikas1969

L’obbiettivo di una città più green è in cima alla lista delle amministrazioni milanesi così il Piano Aria e Clima torna al voto, con nuovi obbiettivi orientati alla riduzione dello smog nella metropoli.

Il nuovo piano aria al voto: AREA B estesa all’area metropolitana?

# Milano torna al Piano Aria e Clima

Con un nuovo Piano Aria e Clima, Milano punta a costituire un piano per una città che viaggia a 30 km/h entro il 2026 e la trasformazione in un’area ciclopedonale entro il 2050. La città ha visto cambiamenti ogni anno, con la costruzione di nuove piste ciclabili, le promozioni per l’acquisto di monopattini e biciclette e l’introduzione di aree a circolazione ridotta. Nonostante questi cambiamenti la città è consapevole del fatto che si può fare di più.


Credits: pixabay.com, anncapictures

Leggi anche La rivoluzione di una MICRONAZIONE EUROPEA: tutte le località connesse tra loro con tram e teleferiche 

# Nuovi obbiettivi

Tra gli obbiettivi della nuova proposta troviamo la circolazione di meno auto private entro il 2025, cosa che sarà resa possibile riducendo l’asfalto in città, sostituendo gli spazi con nuove aree verdi. La mobilità in bicicletta verrà promossa togliendo i parcheggi gratuiti e perseguendo il proposito di creare piste ciclabili in tutte le maggiori vie di circolazione della città. Inoltre Milano progetta la costruzione di edifici eco friendly, come impianti sportivi a zero emissioni. Altre iniziative riguardano invece la quotidianità della vita dei cittadini, la proposta è di estendere il divieto di fumo nei pressi delle scuole e posizionare alert anti-smog in tutti i quartieri.

Greenway Milano Credits: Pirelli

Leggi anche Il BICIPLAN METROPOLITANO: il progetto di 750km di ciclabili tra Milano e hinterland 



# Citttà a 30 km/h

La riduzione della velocità vedrà l’allargamento dell’area B all’hinterland milanese, con l’obbiettivo di fermare il traffico privato entro il 2050. La strategia è quella di posizionare il limite di velocità a 30 km/h in tutta la città ad eccezione delle grandi arterie di circolazione, ponendo come priorità quelle aree che riguardano la vita dei cittadini più fragili come zone vicine a scuole, ospedali e in generale luoghi di servizio sanitario. A fianco di queste iniziative verrà posto il potenziamento dei trasporti pubblici, che permetterà di ridurre la circolazione delle automobili, permettendo al ristretto numero dei mezzi privati di rispettare il nuovo limite di velocità in tutta Milano.

Credits: pixabay.com, Beeki

Leggi anche E se a Milano si costruisse un PASSANTE TRANVIARIO? 

# L’hinterland e l’area B

Il nuovo piano prevede l’inclusione nel processo di creazione della città green, tutta l’area metropolitana, includendo quindi i municipi dell’hinterland milanesi. Con la riduzione del numero di mezzi privati circolanti in città sarà necessario permettere ai pendolari e in generale a chi abita nei dintorni di Milano di accedere alla città senza preoccupazioni. L’area B, infatti, coinvolge anche la mobilità dei piccoli comuni, i cui collegamenti con la grande città saranno garantiti non solo dal potenziamento dei mezzi pubblici ma anche dall’aumento dello spazio per la mobilità sostenibile, ciclabili e punti di ricarica per auto elettriche.

Credits: milanopost.info
Area B

Leggi anche I TESORI dell’Hinterland di Milano 

Il futuro di Milano è Green e la partenza del Piano Aria e Clima prevista con l’inizio del nuovo anno è ostacolata solamente dall’approvazione del Consiglio Comunale che voterà la prossima settimana. Gli obbiettivi sono chiari e la pianificazione riguarda molti cambiamenti strutturali all’interno della città e non solo, le aspettative sono alte ma la volontà di cambiare le cose anche.

Continua la lettura con I LUOGHI più BELLI nei dintorni di Milano dove ABITARE in COLLINA 

SARAH IORI

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.