I PERSONAGGI ICONICI della Milano di oggi

Parliamo di cinque personaggi che per una loro specifica caratteristica sono un simbolo della nostra città e che a loro modo ne rappresentano l'anima. Ecco su chi è ricaduta la nostra scelta

Credits: grupppoveronesi.com - Dorando Giannasi

Parliamo di personaggi che per una loro specifica caratteristica sono un simbolo della nostra città e che a loro modo ne rappresentano l’anima. Ecco su chi è ricaduta la nostra scelta.

I PERSONAGGI ICONICI della Milano di oggi

# Simone Lunghi, l’Angelo dei Navigli

Simone Lunghi, Istruttore di canoa alla San Cristoforo a Milano, personaggio dell’anno 2019 nei Milano città stato Awards é chiamato anche “L’angelo dei Navigli”, perché ogni giorno raccoglie biciclette, ora anche monopattini, e ogni tipo di rifiuto abbandonato sui fondali.


Famoso anche per la “traversata dei Navigli” quando ha percorso in canoa tutti i canali che circondano Milano, provvisto di tenda da campeggio e bicicletta pieghevole, macinando 415 km di percorso in sette giorni. 

Video: In volo sui navigli con Simone Lunghi

# Dorando Giannasi, il dandy del pollo

Credits: grupppoveronesi.com – Dorando Giannasi

Arrivato a Milano dall’Emilia quando aveva quattordici anni, Dorando Giannasi è riconoscibile dal cappello Borsalino, dalla cravatta e dall’eleganza dei vestiti. C’è chi giura di vederlo girare ancora con la sua Harley-Davidson.



Da oltre 50 anni è un punto di riferimento a Milano. La sua “polleria”, inaugurata nel 1967 servendo inizialmente solo pollame fresco, è diventata la rosticceria di riferimento per Porta Romana e il suo pollo allo spiedo riconosciuto come il più buono della città.

# Marina Madreperla, la soubrette di strada

Credits: ilgiorno.it – Marina Madreperla

La sua storia racconta che dopo anni di lavoro come broker assicurativo, decide di smettere per proseguire solo con la sua passione: il canto. Nel 2001 infatti fonda l’Orchestra Marina Madreperla, ma nonostante il successo decide di mettersi in proprio diventando artista di strada.

Dal 2014 l’artista di strada milanese Marina Madreperla ogni giorno regala un po’ di allegria con il suo mini palcoscenico mobile e un repertorio di vecchi successi. Arriva con un triciclo elettrico progettato da lei stessa, capace di trasformarsi in un mini palcoscenico itinerante con tanto di impianto audio e un camerino per gli abiti di scena addobbato di luci festose.

# MetroMan, l’idolo dei pendolari che dice di aver creato “il San Siro dei trasporti”

Credits: leggo.it – Metroman

Metroman, nome d’arte di Nicolò Modica 39 anni originario della Sicilia, arrivato da Torino nel 2006 è l’idolo dei pendolari della metropolitana. Con il suo leggendario salto mortale entra nel vagone della metro e inizia a cantare, con microfono, cassa portatile e smartphone, in modo non troppo “intonato” ma capace di far divertire tutti i passeggeri. 

 

Amato da tutti, dice di aver iniziato a cantare per sconfiggere la solitudine, prendendo spunto da chi già cantava nei vagoni, e ora è diventato un lavoro. Dopo Milano, e altre esibizioni insolite come una al Maracanà, le sue performance sono arrivate nelle metro di Roma, Napoli, Torino, Parigi, Berlino.

Ha preso parte ad un video di Calcutta: Sorriso (Milano Dateo).

 

# Andrea Cherchi, il fotografo di Milano

Senza dubbio Andrea Cherchi può essere considerato “il fotografo di Milano”. Non c’è niente chi gli sfugga, dall’angolo più nascosto della storia di Milano all’evento del momento lui sarà sul posto a immortalarlo con la sua macchina fotografica.

Non solo, a questo si aggiunge la sua straordinaria capacità di raccontare attraverso l’occhio dell’obiettivo le storie dei milanesi, dai bottegai storici agli artisti di strada. A volte sembra che sia presente in più luoghi nello stesso momento, forse il dono dell’ubiquità esiste davvero e Andrea pare avercelo.  

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Publiée par Milano Città Stato sur Mardi 2 juin 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

Articolo precedenteI 7+1 PARCHI AVVENTURA più EMOZIONANTI a meno di un’ora da Milano
Articolo successivoLa tragedia all’italiana
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da 5 anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.