La paura più grande del potere è perdere il potere

Questa paura la si riscontra soprattutto nell'aggressività contro i cittadini che non ubbidiscono


Chiunque quando deve raggiungere il potere è in una modalità innovativa, di cambiamento, perché deve prendere il posto di chi è al vertice. Ed è molto critico verso il potere stesso, definito spesso come un privilegio, come sopraffazione o come reazionario.

Ma una volta che prende il potere chiunque diventa conservativo e reazionario. Non solo, la sua principale attenzione diventa rivolta alla difesa del suo potere. Perché l’unica grande paura del potere è la perdita del potere.
E questa paura non la si riscontra solo nelle politiche verso le forze potenzialmente antagoniste, ma si vede anche e soprattutto nei confronti dei cittadini.

Dai cittadini il potere può accettare tutto tranne che la disubbidienza. Lo si vede anche in questa emergenza. I massimi livelli di aggressività da parte del sistema di potere li si notano contro quelli che non rispettano le regole imposte ufficialmente per assicurare la massima sicurezza per i cittadini ma nei fatti spesso contraddittorie e incoerenti tra di loro.

La salute dello Stato si misura dalla capacità dell’opposizione di limitare e contrastare l’eccesso di potere che naturalmente si viene ad alimentare.
La salute di una Civiltà la si misura nella tolleranza da parte del potere nei confronti dei cittadini che in nome di un fine superiore non si uniformano alle sue disposizioni.

Continua la lettura con: Le tolleranze cool e quelle out

MILANO CITTA’ STATO

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.