Che ci fa una CARROZZA della M2 nella CASERMA dei POMPIERI?

Il viaggio da Famagosta a via Messina dove è stato ricostruito un tratto di linea della metro

Il vagone della M2 nel piazzale del comando VVF di via Messina (foto R. Bosi)

Cosa ci fa una carrozza di 20 metri nel piazzale della caserma dei pompieri di via Messina? E’ stato un regalo, sicuramente massiccio e ingombrante, ma molto apprezzato dai vigili del fuoco. Atm l’ha donata al Comando provinciale di Milano con uno scopo ben preciso. 

Che ci fa una CARROZZA della M2 nella CASERMA dei POMPIERI?

# Il viaggio da Famagosta a via Messina dove è stato ricostruito un tratto di linea della metro

Il convoglio M2 in partenza dal deposito Atm di Famagosta (Foto ATM)

Il convoglio, in disuso e non in circolazione da tempo, è partito all’alba dai binari del deposito Atm di Famagosta e, attraverso un trasporto eccezionale, è giunto nel piazzale in via Messina. E anche qui è stato collocato su binari ferroviari, predisposti ad hoc da Atm: i tecnici dell’Azienda hanno ricostruito un tratto di linea del tutto simile a quella di servizio. Dal pietrisco adagiato sulla pavimentazione, alla banchina per l’attesa e salita dei passeggeri sul mezzo, fino alla linea aerea e alla piastra da cui i convogli prelevano l’elettricità.


Il vagone della metrò entra in caserma dei VVF (foto R. Bosi)

Alle operazioni, oltre al responsabile Infrastrutture di Atm, Pietro Antonacci, era presente il comandante provinciale, Nicola Micele, che ha permesso la realizzazione di questa operazione, definita «unica in Italia nel suo genere».

# I vigili del fuoco potranno compiere le manovre di emergenza sui convogli direttamente nel piazzale del comando

Il vagone della M2 nel piazzale del comando VVF di via Messina (foto R. Bosi)

La donazione da parte della ex municipalizzata consentirà infatti ai vigili del fuoco di compiere ogni manovra addestrativa utile alla conoscenza delle attrezzature destinate al sollevamento dei convogli in caso di soccorso, come ad altre emergenze che possono incorrere all’interno delle linee metropolitane.

I pompieri milanesi non dovranno più trasferirsi nei depositi di Atm per prendere dimestichezza con i convogli della metrò, come accadeva prima del trasferimento della carrozza. D’ora in poi i soccorritori potranno recarsi solo saltuariamente in galleria, per continuare la formazione specifica nei tunnel della metropolitana, di notte quando dalle 1 alle 5 è sospesa la circolazione dei treni.



Continua la lettura con: TRASPORTO PUBBLICO: NAPOLI spende il DOPPIO di MILANO

LEONARDO MENEGHINO

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.