7 DESIDERI da esaudire quando potremo uscire dalla Lombardia

Ormai dovrebbe essere cosa certa (covid permettendo): dal 3 giugno si potrà uscire dalla propria regione. Queste sono le sette esperienze che sogniamo di vivere fuori dalla Lombardia

grotta della poesia

A meno di colpi di coda del Covid, sembra ormai cosa certa: il 3 giugno cadranno le frontiere delle regioni e si potrà tornare a muoversi nel nostro Paese, forse addirittura anche fuori. Queste sono le prime 7 esperienze che ci piacerebbe tornare a vivere uscendo dalla Lombardia.

Leggi anche: 🔴 Breaking News. Dal 3 giugno l’Italia riapre le frontiere per chi arriva dall’Unione Europea


7 DESIDERI da esaudire quando potremo uscire dalla Lombardia


#1 Un piatto di pesce a Boccadasse

Boca d’azë è un antico borgo marinaro che fa parte del quartiere Albaro di Genova, famoso per le sue case a tinte pastello, le persiane verdi, la piccola spiaggia di ciottoli, la zona del porto, ma soprattutto per i suoi ristoranti di pesce da gustare in riva al mare. Prima di accomodarsi, consigliata una visita panoramica sulla terrazza accanto alla Chiesa di Sant’Antonio. Doverosa infine una passeggiata sul bordo del mare lungo corso Italia che collega Boccadasse con il centro di Genova

Leggi anche: Milano ha la stessa bandiera dell’Inghilterra: entrambe hanno copiato Genova

 


#2 Un calice nelle Langhe

Il territorio delle langhe, tra le province di Cuneo e di Asti, è uno spettacolo per corpo e spirito. I boschi, i castelli medievali nei borghi storici, le Rocche del Roero, Patrimonio dell’Umanità, le colline della Langa del Barolo e del Barbaresco, cantine centenarie… Non resta che sedersi e gustare un calice immersi nel profumo di mosto.

 


#3 Snorkeling nel Salento

Nei pressi di Otranto si trovano due dei fondali salentini più belli: sono la Grotta della poesia e il Mulino d’Acqua. Più che in mare qui sembra di essere in piscina da tanto le acque sono cristalline e trasparenti. La Grotta della Poesia è composta da una serie di insenature sotterranee scavate nella roccia, dove ammirare una fauna marina variopinta, mentre il Mulino d’Acqua, una tranquilla caletta con un vecchio mulino, è raggiungibile solo attraverso un sentiero a picco sulla scogliera. Il mare qui toglie il fiato e regala la vista, tra le varie specie, delle lumache di mare.

 


#4 Uno spritz a Venezia

Voglia di colore e folclore, tra bacari e bar storici. Per esempio al mercato di Rialto, dove lo si gusta seconda la ricetta autentica, accompagnandolo con baccalà mantecato e sarde in saor. Lo spritz lo dobbiamo ai soldati dell’Impero Austriaco, che un giorno decisero di spruzzare (spritzen in tedesco) il vino con l’acqua gassata. Negli anni ’20 l’acqua venne poi sostituita con l’Aperol.
La ricetta originale dello Spritz veneziano, riconosciuta dall’International Bartenders Association, è 6 centilitri di prosecco, 4 centilitri di Aperol e 1 splash di soda water.

 


#5 Cinque terre: il sentiero azzurro e le case colorate di Riomaggiore

Rimazzô, in ligure, è uno degli splendidi borghi delle 5 terre, patrimonio dell’Umanità dal 1997 e terra di natura e di antichi villaggi di pescatori. Riomaggiore è inerpicato tra due ripide colline terrazzate. Le sue case colorate e costruite in verticale sono tra gli scenari più fotografati dal mondo. Qui è perfetto perdersi tra i caruggi inseguendo i profumi della fügassa, la focaccia alla genovese, e le arbanelle, le acciughe sotto sale.
Perché terre? Un tempo Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore erano isolati e raggiungibili solo per mare, o per terra attraverso sentieri tortuosi. Un grande classico è il sentiero azzurro che collega tutti i cinque paesi in un percorso mozzafiato (questa estate è aperto solo tra Monterosso e Corniglia). 

 


#6 Camminare tra i girasoli della campagna senese

In Val d’Orcia, tra Pienza, Montepulciano e S. Gimignano, nel Mugello: queste ampie distese di campi di girasoli, a ridosso delle fattorie, sono uno spettacolo per gli occhi e lo spirito. Per godere dei colori accesi dei girasoli il periodo migliore e tra fine giugno e inizio luglio. In questo periodo è possibile inoltre assistere allo strano fenomeno detto fata Morgana. Si tratti di un’illusione ottica dovuta alla particolare distribuzione dell’indice di rifrazione della luce del sole, una specie di miraggio che permetterà di vedere i campi di girasoli e la loro immagine riflessa come in uno specchio d’acqua….

 


#7 Un giro in barca sul lago di Braies

Di rara bellezza e incastonato nel parco naturale di Fanes-Sennes-Braies, tra le Dolomiti, è un lago naturale dalle acque trasparenti, circondato da imponenti montagne che ne fanno da cornice. La sua creazione è dovuta allo sbarramento del rio Braies a causa di una frana che si staccò dal Sasso del Signore.
Qui oltre ai numerosi sentieri escursionistici, alle ferrate e alle arrampicate è d’obbligo una attraversata del lago sulle piccole imbarcazioni in legno che si possono noleggiare.

 

Altri desideri da esaudire? 

BARBARA VOLPINI

Se vuoi contribuire anche tu ad avere una Milano più libera in una Italia più civile, partecipa a RinasciMilano e mandaci la tua proposta qui: RinasciMilano

MilanoperMilano: a Milano chi ha di più aiuta chi ha di meno. Dona anche tu e #aggiungiunpastoatavola di chi ne ha bisogno: www.milanopermilano.it

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

 

 

Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi


close

I nostri articoli sono interessanti?

Da adesso puoi ricevere in email i nuovi articoli di Milano Città Stato... scegli tu la frequenza!

Facendo click sul bottone "Iscriviti" accetti di ricevere via email le newsletter di Milano Città Stato. I tuoi dati saranno trattati in conformità alla normativa GDPR (link privacy)