Il tram più CURIOSO d’Italia

Una delle prime tranvie costruite in Europa

Credits: pinterest.it

La meta di un percorso magico su di un tram davvero particolare porta ad una vista mozzafiato. Un viaggio ricco di immagini che porta a spalancare gli occhi, si può affrontare in Italia, con meta finale una delle terrazze con vista più belle della penisola.

Il tram più CURIOSO d’Italia

# Panorama triestino

Nei pressi di Trieste è possibile vedere uno dei panorami più belli d’Italia grazie ad un percorso di 5 chilometri a bordo di un piccolo tram. I territori della città ponte tra Italia e Slovenia, culla di cultura, storia e arte italiana, offrono panorami senza tempo e bellezze malinconiche, è proprio quello che gli amanti del passato e i curiosi possono ritrovare a Villa Opicina. Il quartiere triestino, raggiungibile in tram lascia a bocca aperta: la piazza dell’obelisco, infatti, vanta una straordinaria vista sulla città dall’altopiano del Carso. Fotografi dilettanti e non trovano in questo luogo soggetti stupendi per i loro scatti.

 pixabay.com

Leggi anche La CASA NOMADE: la casa senza radici solo

# Il tram che porta al quartiere senza tempo

Il percorso per raggiungere questa terrazza panoramica è un’esperienza magica: il viaggio si affronta su di un piccolo tram antico, chiamato in dialetto “tram de Opicina”. Il mezzo viaggia dal 1902 da piazza Oberdan fino al quartiere Opicina, appunto, cavalcando i panorami del golfo di Trieste. La meta è un quartiere senza tempo al confine con la Slovenia, che porta allo scoperto la doppia cultura della zona. Nonostante le origini antiche del quartiere, a renderlo celebre è proprio la presenza del tram, che lo collega al centro di Trieste, su di una delle prime tranvie costruite in Europa.

Leggi anche Le località più PICCOLE in Europa con il TRAM 

# Il quartiere antico dal panorama incredibile

L’antica tramvia porta ad un quartiere altrettanto antico, ci sono testimonianze che affermano l’esistenza di insediamenti già nel 1842, sulla cima del monte dietro all’attuale quartiere. L’esposizione ai venti freddi ha fatto però spostare gli abitanti verso quello che ora è Villa Opicina, dove poi è stato eretto l’obelisco in onore dell’Imperatore Francesco I, che fu il responsabile per la costruzione della strada che da Trieste portava al luogo nel 1830. L’obelisco è famoso anche per essere il punto di partenza della strada Napoleonica, conosciuta anche come strada Vicentina, uno dei sentieri più celebri della zona triestina, percorso molto frequentato dai turisti proprio grazie alla vista sul golfo, panorama mozzafiato che si può ammirare dal tram de Opicina.

Credits sovoque-pixabay – Trieste

Continua la lettura con: Classifica QUALITÀ della VITA 2022: dominio delle PROVINCE AUTONOME. MILANO stabile

SARAH IORI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/