I 10 POSTI più FOTOGRAFATI d’Italia

Scopriamo questa incredibile selezione

Credits charlottemsx IG - Valle dei Templi

L’Italia è uno dei paesi più belli del mondo, con migliaia di attrazioni storiche e naturalistiche, ma quali sono i 10 luoghi più fotografati? Vediamo questa selezione fatta dal portale “Destinazione Vacanze”. 

I 10 POSTI più FOTOGRAFATI d’Italia

#1 Il Lago di Braies in Trentino Alto Adige, il lago alpino più bello del mondo

Credits: @lago_di_braies IG

Il Trentino-Alto Adige custodisce un gioiello naturale senza eguali: il lago di Braies, a circa 97 chilometri da Bolzano ed a 1.496 m s.l.m., nell’omonima Val di Braies. Migliaia di foto vengono fatte ogni anno a questo meraviglia lacustre delle Alpi dai colori sorprendenti, dal verde al blu passando per l’azzurro, mutevoli e cangianti a seconda della stagione, del meteo e degli orari della giornata. A detta di molti è il lago alpino più bello del mondo.


 

Leggi anche: Il LAGO ALPINO più bello del mondo è a 3 ORE da MILANO

#2 Venezia, la città dell’amore

credit: gamberorosso.it

Venezia è per tutti la città dell’amore, la città più romantica, una storia millenaria sospesa sull’acqua. La città dei canali è senza dubbio è uno dei luoghi più fotografati d’Italia: il Ponte dei Sospiri, il Canal Grande, Piazza San Marco con la sua Basilica, la Libreria Acqua Alta oppure le casette dagli irresistibili colori pastello di isole come Murano e Burano.



 

Leggi anche: Il BORGO laboratorio di PECCIOLI va a VENEZIA per stupire il MONDO

#3 Il Naviglio Grande a Milano, il luogo più caratteristico e vitale della città

Credits: milanopocket.it – Naviglio Grande

Il Naviglio Grande è certamente tra i luoghi più amati e fotografati di Milano, soprattutto quando è avvolto dalle luci del tramonto e sulle sue acque si riverberano le luci della città, delle case e del cielo infuocato. Forse il luogo più caratteristico e vitale della città, che conserva ancora il fascino della Milano di un tempo.

 

Leggi anche: I 10 LUOGHI più INSTAGRAMMATI di Milano

#4 Il tempio del Valadier nelle Marche, un santuario incastonato tra le rocce

Credits ivanvici IG – Tempio del Valadier

Il Tempio del Valadier è di sicuro una delle architetture da ammirare almeno una volta nella vita. Situato in località Genga, in provincia di Ancona, è un santuario incastonato come una perla all’interno di un minerale, dalla caratteristica forma ottagonale di stampo neoclassico. Realizzato nel 1828 su disegno dell’architetto Giuseppe Valadier per volontà di Papa Leone XII, anche se alcune ricerche più recenti mettono in discussione la storia della sua costruzione. Immerso nella natura straordinaria del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, non è lontano dall’ingresso delle Grotte di Frasassi ed è adiacente all’Eremo di S. Maria Infra Saxa.

 

#5 Terme di Saturnia in Toscana, la Spa naturale più bella del mondo

Credits: viaggiare.mondo.info – Terme di Saturnia

In Toscana c’è un altro tra i luoghi più fotografati in Italia, sicuramente vanno menzionate le Cascate del Mulino delle Terme di Saturnia, con i loro inconfondibili scalini rocciosi ed il vapore che sale dalle loro acque tiepide. Le terme di Saturnia si trovano in un favoloso contesto naturalistico, riconosciute come la Spa naturale più bella del mondo. Un luogo incantevole e famoso in tutto il globo, situato nel comune di Manciano, di cui Saturnia è frazione, a pochi chilometri dal borgo.

 

Leggi anche: Questo è il BORGO più ANTICO d’ITALIA

#6 Il Gianicolo a Roma, una delle vedute sulla Città Eterna più indimenticabili

Credits: annascrigni.com
colle gianicolo

Il Gianicolo è uno dei colli romani più famosi, sulla riva destra del Tevere, e che regala a tutti i suoi avventori una delle vedute sulla Città Eterna più indimenticabili. Oltre ad ammirare e fotografare il tramonto sui tetti della capitale non perdetevi il cannone che spara quotidianamente, a salve, per segnare il “mezzogiorno” a tutti i cittadini.

 

Leggi anche: Lo sapevate che… a Roma c’è un CANNONE che SPARA tutti i giorni?

#7 Cala Luna in Sardegna, una delle calette più stupefacenti d’Italia

Credits garinodaniela IG – Cala Luna

Raggiungibile via mare o tramite un piacevole ma impegnativo trekking, Cala Luna è una delle calette più stupefacenti d’Italia lungo le coste frastagliate della Sardegna. Una spiaggia a metà fra Baunei e Dorgali, nel golfo di Orosei, è amata per il suo mare cristallino e la sua sabbia bianca. Uno degli scatti più spettacolari si ottiene dalle grotte, da dove si può fotografare l’azzurro del cielo, il blu del mare e l’oro delle rocce e della spiaggia che si mescolano alla perfezione.

 

#8 Alberobello in Puglia, famoso per i trulli, le sue antiche case tradizionali di pietra

trulli-alberobello
trulli-alberobello

Alberobello è un località imperdibile, famosa per i trulli, le case tradizionali di pietra bianca che illuminano il paesaggio e che si distinguono l’una dalle altre dai tetti a cupola ciascuno adornato da un pinnacolo diverso. Situato al centro della Valle d’Itria e della Terra dei Trulli, nell’entroterra della Puglia, il paese è riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

 

#9 La valle dei Templi in Sicilia, uno dei siti archeologici più grandi al mondo

Credits charlottemsx IG – Valle dei Templi

La Valle dei Templi è uno dei luoghi più rappresentativi della civiltà greca classica e uno dei siti archeologici più grandi al mondo. Dal 1998 fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. Gli imponenti templi dedicati alle maggiori divinità elleniche, le antiche tombe ed il paesaggio tipico della Sicilia sono ideali per degli scatti da cartolina. I suoi celebri resti provengono dall’antica Akragas, il vecchio cuore della moderna Agrigento, e la prospettiva migliore è certamente quella che pone in primo piano la statua di Icaro caduto, dello scultore polacco Igor Mitoraj, e che guarda verso il Tempio della Concordia.

 

#10 Marzamemi, il colore della Sicilia

Credits: @simona.ciucci IG

Restando in Sicilia troviamo Marzamemi, una frazione del comune di Pachino in provincia di Siracusa, piccola perla del Sud Italia dove i tavolini e le sedie super colorate che contraddistinguono la sua piazza. Il suo significato in arabo è “piccolo porto”, proprio perché questa località ha da sempre rappresentato un punto d’approdo per tutte le navi che solcavano i mari della Trinacria. Ad appena 3 metri sopra il livello del mare, nella zona di Marzamemi si può ammirare anche la natura più spettacolare, dalle spiagge di sabbia fine e chiara, ai tratti di costa rocciosi.

 

Leggi anche: Un’ISOLA GRECA? No, siamo in ITALIA

Fonte: Destinazione Vacanze

Continua a leggere con: Le 10 COSE più STRANE che abbiamo in Italia

MILANO CITTA’ STATO

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte 

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità. 


Articolo precedentePerché ci sono pali BUCATI dei tram a MILANO?
Articolo successivoLa STAZIONE più BELLA d’EUROPA diventa HOTEL di LUSSO
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.