Dormire in YURTA a sole 2 ORE da MILANO

Dormire come i popoli nomadi dell'estremo oriente

Credits: Instagram @marika1518

Un pezzo d’Oriente a pochi km dalla metropoli: vediamo dove si può vivere un’esperienza unica e rilassante da non perdere.

Dormire in YURTA a sole 2 ORE da MILANO

Immaginate di fare un viaggio avventuroso nel lontano Oriente, uno di quei viaggi in cui ci si immerge totalmente negli usi e costumi locali… compresa l’abitazione.


Adesso, immaginate quando si tornerà a viaggiare, magari riscoprendo le bellezze del Belpaese, ma riuscendo comunque a vivere un’esperienza dal sapore… asiatico, dormendo magari in una yurta (o iurta).

Che cos’è una Yurta? Si tratta di un’abitazione mobile utilizzata dai popoli nomadi dell’Asia, come Mongoli, Kazaki o Kirghisi. La caratteristica di queste case è la forma rotonda, lo scheletro in legno e la copertura realizzata con tappeti in feltro di lana di pecora per le escursioni termiche. La particolarità è proprio in queste caratteristiche, che la rendono facilmente smontabile da popoli abituati a spostarsi.

# Sentirsi dall’altra parte del mondo e scoprire il GLAMPING

Credits: Instagram @zampotravels

Vi domanderete: ma che c’entrano queste informazioni se siamo in Italia? Perchè a due ore da Milano, è possibile passare qualche giorno di relax a contatto con la natura, vivendo un’esperienza alla Marco Polo.



In Piemonte, precisamente e Bosio (CN), nel cuore dell’Alta Langa, esiste un vero e proprio villaggio in stile mongolo: YURTE IN LANGA, questo il suo nome.

Il villaggio si trova nella splendida cornice delle campagne langarole. Qui è possibile godersi una vacanza che unisce la comodità dell’albergo, all’avventura del campeggio: il GLAMPING, un mix fra le parole GLAMOUR (fascino) e CAMPING. Un modo nuovo di fare campeggio, senza però rinunciare alla comodità di una vacanza in hotel, adatta quindi anche a famiglie con bambini.

# Panorama unico, tranquillità e natura nell’agri-campeggio di Bosio

Credits: Instagram @marika1518

Il particolare agri-campeggio piemontese si estende su un’area di circa 7.000 mq lungo un leggero pendio nelle verdi langhe della Valle Belbo. Le cinque strutture asiatiche presenti nel villaggio, godono quindi di una vista spettacolare che va dall’Alta Langa di Borgomale fino alle cime del Monregalese, nelle Alpi Marittime.

Per i più curiosi che si stanno domandando come siano all’interno le casette, ecco qualche informazione utile: ogni Yurta dista circa 10 metri dall’altra e possono ospitare ognuna fino ad un massimo di 5 persone. All’interno sono dotate di camera da letto e bagni privati. Inoltre il villaggio mette a disposizione ogni comfort agli agro-campeggiatori, tra cui una grande piscina per godersi i giorni caldi in valle, senza rinunciare ad un tuffo rinfrescante e una comoda area relax con pergolato rinfrescante, oltre a una zona barbecue attrezzata con tavoli, sedie e panchine

Credits: Instragram @zampotravels

Per chi, una volta tornati alla normalità, avrà voglia di viaggiare riscoprendo quindi le bellezze italiane, questo luogo potrebbe essere sicuramente un’esperienza particolare e unica da provare per regalarvi finalmente una vacanza diversa, visitando una zona bellissima del Piemonte, con tutta la famiglia.

Contatto: Yurte in Langa. Via Castino, 1, 12050 Bosia CN. Tel: 3298406778

Leggi anche: 10 POSTI INCREDIBILI che sembrano all’ESTERO ma in realtà si trovano in ITALIA

ANGELA CALABRESE

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteAlla scoperta di uno dei locali più ANTICHI di MILANO
Articolo successivoLe opere di VAN GOGH prendono VITA: inaugurato il nuovo PALAZZO FUTURISTICO
Angela Calabrese
Nasco a Milano nel 1979, lavoro in una multiservizi e ho avuto esperienza in un'agenzia di comunicazione, iniziata come impiegata fino a diventare copywriter dove scrivevo per un web magazine. Da bambina sognavo di scrivere libri perché ho da sempre la passione per la scrittura. Amo la musica e l'arte in generale. Nelle mia vene scorre sangue siculo-lucano ma il mio cuore nasce e vive da sempre a Milano. La città che amo, quella che se non sai cosa fare, ti dà sempre l'idea giusta. La città delle opportunità, il perfetto mix tra fascino antico e moderno.