La MANHATTAN del DESERTO vecchia di 2 mila anni

La “Manhattan del deserto” esiste da duemila anni, ed è ancora abitata

Credits: pinterest.com

Nascosta nel deserto c’è un’antica città i cui palazzi ricordano i grattacieli di New York. La “Manhattan del deserto” esiste da duemila anni, ed è ancora abitata. Vediamo dove si trova.

La MANHATTAN del DESERTO vecchia di 2 mila anni

# Shibam: la città di duemila anni

Shibam è patrimonio dell’UNESCO dal 1982, ma la sua origine è molto più antica. La città è uno degli esempi più antichi di urbanistica verticale: prima ancora che gli europei arrivassero in America, in Yemen si costruivano già palazzi di 11 piani.

Gli edifici odierni sono stati costruiti a partire dal 1532 ma l’area è abitata dal 300 d.C. Ancora oggi 3.000 persone vivono uno stile di vita tradizionale in palazzi di mattoni di fango alti a partire da 5 piani. Ogni palazzo è abitato da un nucleo famigliare di circa 40 persone, un utilizzo molto diverso rispetto a quello degli appartamenti di New York.

Credits: pinterest.com

Leggi anche Le 7 MERAVIGLIE del mondo che MAI VISITEREMO 

# Grattacieli nel deserto

Dichiarata la prima casa dei grattacieli, Shibam è diventata un simbolo di resilienza per gli abitanti di territori che non sono più favorevoli alla vita umana. Gli abitanti non scappano dal deserto, anzi continuano a costruire adattandosi alle difficili condizioni ambientali e climatiche. L’UNESCO ha dichiarato la città uno dei più antichi esempi di perfetta urbanistica verticale, questo è il motivo per cui i suoi alti palazzi sono riusciti a sopravvivere nel tempo.

Nonostante la struttura sia molto diversa e i palazzi molto più bassi, il risultato visivo ha fatto sì che venne definita la Chicago o la Manhattan del deserto. Palazzi di 11 piani sono rari nei deserti mediorientali, perché difficili da costruire in condizioni di instabilità del terreno.

Credits: pinterest.com

Leggi anche SQUARCI di NATURA nei PALAZZI: sarà questa la nuova via delle archistar?

# Edifici antichi di migliaia di anni

I resti di edifici molto più antichi della città cinquecentesca sono ancora visibili, tra questi sono stati riconosciuti una moschea data nel 904 d.C. e un castello costruito nel 1220. Questo è ciò che rimane degli insediamenti antecedenti al 1532. Le antiche abitazioni, infatti, sono state rase al suolo da una spaventosa alluvione, che ha messo in ginocchio la regione.

Nello stesso anno è stata fondata Shibam e i suoi alti palazzi, che si possono ammirare ancora oggi. Come altre antichità yemenite, oggi l’integrità di Shiba è messa a rischio dalla guerra civile, che sta distruggendo non solo la popolazione ma anche il patrimonio culturale del paese.

Credits: pinterest.com

Continua la lettura con I segreti della CITTÀ STELLA, la più MISTERIOSA d’Italia 

SARAH IORI

Copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/