Il progetto più atteso per il FUTURO di Milano? Le TERME alle ex scuderie de Montel

Per un milanese su quattro il progetto più atteso è quello delle più grandi terme urbane in Italia. Questa la classifica dei 10 progetti più attesi

Milano Città Stato Awards: abbiamo chiesto qual è progetto più atteso per il futuro di Milano? Questa la classifica delle 10 nominations votate nel sondaggio di Milano Città Stato. Per un milanese su quattro il progetto più atteso è quello delle più grandi terme urbane in Italia. 

Qui le 10 nominations 

Qual è stato il progetto per il futuro di Milano del 2020 più importante?

LA CLASSIFICA FINALE

#10 Merlata Bloom (0,7%)


Si ispira alle proprietà e alle caratteristiche di una pianta di cactus, fungerà anche da collegamento tra UpTown e MIND e sarà un valore aggiunto per l’intero quadrante nord ovest di Milano. Al suo interno anche una fattoria urbana. L’inaugurazione è prevista nel 2022.

#9 Metrotranvia Milano-Desio-Seregno (0,9%)

Dopo decenni di stallo, ricorsi, modifiche al progetto e rischio concreto di stop definitivo, ora sembra arrivata la svolta decisiva. È stato infatti consegnato il progetto esecutivo da parte dell’impresa appaltatrice, che tra la primavera e l’estate del 2021 dovrebbe partire con i cantieri.



La prima parte fino a Paderno Dugnano (loc. Calderara) sarà a doppio binario e la seconda (da Calderara a Seregno) a binario singolo con raddoppi per gli incroci. Il progetto prevede la trasformazione dell’obsoleta tranvia interurbana Milano-Desio, con prolungamento a Seregno, in una moderna metrotranvia, intervenendo sulle vie di corsa, la tecnologia impiantistica, la tipologia dei treni e i criteri di esercizio.

#8 Passerella Sesto (2,8%)

Entro il 2023 Sesto San Giovanni avrà una stazione ferroviaria di design, quale primo tassello che connetterà l’area con il futuro progetto di “MilanoSesto – Città della Salute” in costruzione nei terreni dell’ex Falck. Sarà “il più grande progetto di rigenerazione urbana in Italia, e uno tra i principali a livello europeo”.

Si estenderà su piazza Primo Maggio e la nuova piazza lato Città Salute. Attrezzata con bar, negozi e servizi, offrirà una vista panoramica sul nuovo grande parco urbano di cui diventerà il principale punto d’accesso.

#7 Garage Traversi (5,9%)

Garage Traversi

La prima autorimessa multipiano di Milano, con un sistema monta-vetture molto innovativo, tornerà alla luce dopo quasi 20 anni dalla chiusura. L’obiettivo della riqualificazione del Garage Traversi è che torni a breve una vera icona dell’architettura in città, questa volta come punto di riferimento per shopping e lifestyle con più di 5.500 mq di spazio per il retail, e due rooftop mozzafiato destinati ad entertainment e food.

#6 Grattacielo A2A (7,7%)

Grattacielo A2A

Anche la zona sud avrà il suo grattacielo, che entrerà di diritto tra i “supertall” di Milano. La caratteristica più importante sarà la sua forma tubolare e un’originale spaccatura a circa 60 metri di altezza con dei giardini pensili.

La costruzione del nuovo building, all’interno dello Scalo di Porta Romana, coinvolgerà anche la riqualificazione di tutta l’area circostante tra Piazza Trento, Viale Toscana e il piazzale antistante la Chiesa di Sant’Andrea in Via Crema.

#5 M4: fine scavi delle gallerie e inaugurazione prima tratta (10,0%)

La linea M4 aprirà alcune stazioni nel 2021. Nella prima fase attuativa, che dovrebbe inaugurare ad aprile, garantirà l’esercizio nella tratta Linate – Forlanini F.S. con queste 3 fermate:

  • Linate Aeroporto, a servizio dell’aerostazione, qui il viaggio in anteprima al suo interno;
  • Repetti, che sostituirà quasi certamente il nome previsto inizialmente di “Forlanini Quartiere” per non confondersi con “Forlanini F.S.”, anch’esso rinominato. Sarà a servizio della zona di Via Marco Bruto e Piazza Ovidio, oltre ad essere interscambio con la linea 27 per il centro di Milano e per Viale Ungheria e capolinea della futura metrotranvia che attraverserà il quartiere di Santa Giulia fino a Rogoredo M3.
  • Stazione Forlanini, quale interscambio con le linee S5 – S6 – S9 con destinazione centro di Milano (Porta Venezia – Repubblica – Garibaldi, o verso l’esterno come Treviglio, Pioltello, Saronno o Albairate). 

#4 La goccia della Bovisa (13,2%)

Uno dei luoghi più particolari e trascurati di Milano forse ha finalmente un futuro. Si tratta della Goccia della Bovisa, il più grande bosco spontaneo di Milano. La “Goccia della Bovisa” è un’area abbandonata nella zona nord ovest della città di 42 ettari di bosco e ruderi a forma di goccia.

La riqualificazione dell’area è stata affidata al Politecnico di Milano. La goccia diventerà un grande parco scientifico-tecnologico, con un grande parco che ruoterà attorno ai due gasometri recuperati, uno destinato ad ospitare lo “Smart city innovation hub“, l’altro la “Fabbrica dello sport“.

#3 Hub di Segrate (15,1%)

Uno stanziamento di 400.000 euro per finanziare la seconda fase del progetto di fattibilità tecnica ed economica del nodo di interscambio ‘Hub metropolitano Segrate Porta Est Milano – Prolungamento M4 a est di Linate. L’obiettivo è realizzare una stazione di Porta per l’Alta Velocità ferroviaria, in analogia a Milano-Rogoredo e Rho-Fiera. Collegato al progetto l’estensione della M$ fino a Segrate. 

#2 La maxi area pedonale in Centro (18,9%)

Nel contesto dell’apertura della nuova fermata metropolitana della linea M4 San Babila che si interseca con la linea M1, verrà ampliata l’area pedonale dal Castello Sforzesco fino a San Babila estendendola in corso Europa, via Durini, fino a largo Augusto. 

A lavori conclusi infatti ci saranno 70 nuovi alberi, 14.000 mq di area pedonale aggiuntivauna nuova pista ciclabile su Corso Europa e la nuova piazza in Largo Augusto. In questo modo anche quest’area centrale della città sarà raggiungibile esclusivamente con trasporto pubblico e taxi, oppure a piedi o in bicicletta.

#1 Terme alle ex scuderie de Montel (San Siro) (24,8%)

Le ex scuderie De Montel, straordinario complesso in stile Liberty costruito tra il 1915 e il 1917-18 all’angolo tra via Achille e via Fetonte, accanto allo stadio Meazza, diventeranno le “vere” terme di Milano. “Vere” in quanto saranno alimentate dall’“acqua marcia” che scorre sotto la città. 

Sarà il più grande complesso termale italiano in una grande città e le prime terme green d’Europa, a zero emissioni di CO2.

I Milano Città Stato Awards sono stati votati dal 12 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021 tra le 10 nominations che sono state segnalate sulla fan page di Milano Città Stato e che sono state più apprezzate (per numero di like) dai fans della pagina. Le percentuali si riferiscono ai voti sulle 10 nominations. In collaborazione con Vivaio.

Per altri milano città stato awards, clicca qui: MILANO CITTA’ STATO AWARDS

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.