RIGENERAZIONE FARAONICA a Milano: il via a “UNIONE ZERO”

Ecco cosa verrà realizzato e gli sviluppi futuri nel primo vero progetto urbanistico nella "Grande Milano"


Foto credits: Urbanfile

Nei prossimi mesi partono i lavori per il lotto “Unione Zero” affidato a 4 studi di caratura internazionale. Ecco cosa verrà realizzato e gli sviluppi futuri nel primo vero progetto urbanistico nella “Grande Milano”.


RIGENERAZIONE FARAONICA a Milano: il via a “UNIONE ZERO”

# Sui terreni delle ex-Acciaierie Falck di Sesto San Giovanni entro l’estate partono i lavori sul primo lotto “Unione Zero”

Il capannone bramme nella ex Falck Unione
Il capannone bramme nella ex Falck Unione

Lo studio d’architettura Foster – Partners ha ridisegnato il masterplan per la trasformazione dell’area un tempo occupata dalle Acciaierie Falck di Sesto San Giovanni, dismesse dal 1996: diventerà un “centro urbano efficiente, sostenibile e inclusivo”. Il primo lotto interessato dai lavori è quello denominato “Unione Zero”, affidato a quattro studi di caratura internazionale.

Vediamo nel dettaglio: la progettazione degli spazi direzionali e di un hotel di oltre 60 metri e 250 camere è stata affidata allo studio Antonio Citterio Patricia Viel (Acpv), le residenze in edilizia convenzionata a Barreca & La Varra, lo studentato con circa 700 posti letto a Park Associati mentre le residenze libere a Scandurra Studio Architettura. In totale saranno sette edifici su 250 mila metri quadrati di superficie. La sostenibilità sarà il tema centrale di “Unione Zero”, da raggiungere grazie al coinvolgimento dei cittadini e all’utilizzo di materiali che “promuovono l’efficienza energetica tramite le certificazioni LEED, WELL e Cradle to Cradle”. L’avvio della prima fase è programmata per la seconda metà del 2021.

# Dalla Città della Salute alla nuova stazione ferroviaria: ecco cosa sarà realizzato

Credits: Urbanfile – Città della Salute e dalla ricerca

Il masterplan di MilanoSesto prevede “per i prossimi anni un progressivo sviluppo di aree residenziali, nuove piazze, spazi commerciali e uffici e, soprattutto, luoghi pensati per connettere le persone.” Il fiore all’occhiello sarà la Città della Salute e della Ricerca, a cura dello studio MCA Mario Cucinella Architects, un complesso pubblico di assoluta eccellenza clinica e scientifica che metterà insieme le nuove sedi dell’Istituto neurologico Besta e dell’Istituto nazionale dei tumori.



Credits: Urbanfile – Passerella Sesto Fs

L’area è tra le più servite dell’area metropolitana milanese, in una posizione strategica a nord-est della città, grazie alla nuova stazione ferroviaria di Sesto San Giovanni a firma Renzo Piano che inaugurerà entro l’estate del 2023 e inclusa nel progetto di rigenerazione, alla omonima stazione metropolitana della linea M1 e alle arterie stradali che collegano il centro cittadino, le autostrade e il resto della Lombardia. 

Leggi anche:  Una passerella di vetro “sospesa” sul capolinea della metro: la NUOVA STAZIONE MILANESE a firma di Renzo Piano

# Un progetto faraonico, verranno rigenerati 1,5 milioni di mq di terreni

MilanoSesto è il più grande progetto di riqualificazione urbana in Italia e uno dei più grandi in fase di realizzazione in Europa, saranno trasformati 1,5 milioni di mq di terreni. Gli operatori in gioco sono Milanosesto S.p.A come proprietaria dell’area, Hines come responsabile dello sviluppo e advisor strategico, e il Gruppo Prelios come project manager. 

Credits Urbanfile – Area residenziale e sport all’aperto

L’area adibita a residenziale ospiterà oltre 50.000 persone, creando un hub urbano che include anche retail, ospitalità, uffici e strutture pubbliche. Ci sarà “un mix unico di funzioni, tra cui alloggi innovativi basati su criteri di accessibilità, servizi speciali per l’individuo e uno schema intergenerazionale di alloggi per studenti, residenze multifamiliari per professionisti e giovani famiglie e alloggi per anziani.” Accanto al primo lotto in costruzione, Unione Zero, troverà spazio un parco di 13 ettari progettato dallo studio di architettura internazionale LAND, sui complessivi 45 ettari di polmone verde programmati a conclusione di tutto il progetto. 

 

Le ex acciaierie rimarranno come “testimonianza di archeologia industriale e saranno  recuperate, valorizzate e riconvertite” in un mall commerciale integrato con il parco e tutto il “nuovo quartiere” della Città Metropolitana di Milano.

Fonte: Artribune

Continua la lettura con: MilanoSesto 3.0: le immagini della RIVOLUZIONE dell’area nord di Milano (Render Grafici)

FABIO MARCOMIN

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.