Le 10 cose non di Milano che il milanese è convinto che siano di Milano

Milano è molto più di quello che sembra. Ci sono un sacco di cose e di personaggi che anche se fanno finta di non esserlo, in realtà sono di Milano. Questa lista lo dimostra: e che nessuno provi a negare.

 

 

Le 10 cose non di Milano che il milanese è convinto che siano di Milano

#1. Santa Margherita Ligure

E’ la spiaggia di Milano, abitata solo da milanesi. Ogni milanese la inserisce all’interno dei confini di Milano al posto dell’Idroscalo e sogna il giorno in cui si potrà arrivare a Santa con la metro verde.

 

#2. Courmayer

Courma è Milano.

 

#3. Il pesce fresco

Il pesce più fresco d’Italia lo si trova a Milano. Andrebbe scritto sulle etichette: pescato a Milano. Sarebbe più giusto.

 

#4. Lo Spritz

Amici veneziani, fatevene una ragione. Magari il vostro è più buono ma se lo Spritz esiste è grazie a Milano.

 

#5. Dan Peterson

L’inventore del tè lipton, parla un accento simil americano, che fa molto anni ottanta. Lui è il milanese numero uno.

 

#6. Leonardo Da Vinci

I toscani lo hanno cacciato, a Milano ha vissuto la maggior parte della sua vita e ha realizzato le opere migliori. Senza Milano Leonardo sarebbe rimasto un povero spiantato.

 

#7. Mourinho

Da quando è andato via da Milano ha preso solo pesci in faccia. Fosse rimasto a Milano vincerebbe le elezioni del 2016.

 

#8. Il Serravalle Outlet.

A Milano hanno inventato il teletrasporto di Star Trek. Centinaia di turisti e malati di shopping salgono in Piazza Cairoli e scendono al Serravalle Outlet dove comprano gli scarti dei negozi di Milano. E senza uscire dal recinto risalgono per ritrovarsi di nuovo nel centro di Milano. Tutto ciò che c’è tra Milano e il Serravalle Outlet è malattia mentale.

 

#9. L’autodromo di Monza.

L’autodromo di Monza è Milano. Più in generale, Monza non esiste.

 

#10. Il Canton Ticino.

È una propaggine di Milano resa autonoma solo per motivi fiscali.