HEPIC, la prima barca a idrogeno per trasporto passeggeri. Ma in Italia non può navigare

Presentata in Italia l'imbarcazione supergreen. Ma nel nostro paese non può navigare

Hepic. Credits: greenplanner.it

Al Salone nautico di Venezia è stata presentata Hepic, la prima imbarcazione alimentata a idrogeno per trasporto passeggeri. Purtroppo, la legge italiana (ed europea) ancora non la riconosce e l’imbarcazione non può viaggiare

HEPIC, la prima barca a idrogeno per trasporto passeggeri. Ma in Italia non può navigare

# Il Salone Nautico del 2021, molti segnali per la ripartenza

All’inizio di Giugno l’Arsenale di Venezia ha ospitato la seconda edizione del Salone Nautico. Il sindaco cittadino, Luigi Brugnaro, alla vigilia dell’inaugurazione del Salone aveva detto: “voglio che il Salone Nautico sia, assieme alla Biennale di Architettura, il segnale della ripartenza di Venezia e dell’Italia intera“.


I numeri hanno confermato le sue volontà: i 160 espositori hanno chiuso la seconda edizione della manifestazione accogliendo oltre 30.000 visitatori.

# Cultura e sostenibilità

Questa edizione del Salone, oltre che al mercato nautico, ha dato molto spazio alla cultura e alla sostenibilità: oltre trenta convegni hanno approfondito gli aspetti del navigare e costruire imbarcazioni: design, motori, ambiente.

Luigi Brugnaro esamina e commenta i dati consuntivi del Salone. “L’arte navale è veramente tornata a casa e i numeri di questa seconda edizione del Salone Nautico ci hanno dimostrato quanto fosse giusta e lungimirante l’idea che abbiamo avuto fin dal 2018 – ha detto il sindaco – nel ridare a Venezia l’occasione di dare sfoggio alle eccellenze nautiche. La città è tornata ad essere regina dei mari nel senso culturale più aperto possibile“.



# Le Frecce Tricolori sopra l’Arsenale

frecce tricolori passaggio venezia arsenale up 680
Credits: @Salonenauticovenezia – Le Frecce Tricolori passano sopra l’Arsenale

Il Salone Nautico, sabato 29 maggio scorso, è stato inaugurato da una esibizione della pattuglia delle Frecce Tricolori.

Il passaggio in volo dei velivoli acrobatici MB339PAN su Venezia si è inserito nelle più ampie celebrazioni del 2021 per i 1600 anni della città.

Il sindaco Brugnaro aggiunge che “le Frecce Tricolori, con il loro sorvolo, non solo omaggiano il Salone Nautico e Venezia ma sono il simbolo tangibile di una Città che vuole tornare a vivere e ad accogliere tutti coloro che desiderano venire a visitarla perché l’hanno nel cuore”.  “Vedere la scia Tricolore nel cielo sopra l’Arsenale è un’emozione unica e un grande riconoscimento ad una mostra che celebra il popolo del mare e una tradizione millenaria che oggi punta all’innovazione e alla sostenibilità. Grazie ancora a tutti voi e al vostro bellissimo gesto”.

# Sostenibilità al Salone Nautico: Hepic e idrogeno

Hepic (Hydrogen Electric Passenger VenICe boat): così si chiama l’imbarcazione a idrogeno presentata durante il Salone Nautico.

Aeroporto Venezia Moving Walkway
Credits: @https://www.alilaguna.it/progetto-hepic

Si tratta senza ombra di dubbio di un caso di eccellenza a livello internazionale per il trasporto pubblico di linea per passeggeri in acque interne.

Il propulsore dell’imbarcazione è totalmente elettrico: Hepic è dotata infatti di un motore elettrico e di altri sistemi elettronici che controllano la potenza sull’asse dell’elica per generare il moto.

Hepic, la rivoluzione green per il trasporto passeggeri a Venezia by Alilaguna. * Sgaialand Magazine
Credits: @https://www.alilaguna.it/progetto-hepic

La novità essenziale è che può ricaricare le proprie batterie di bordo sia durante la navigazione, combinando l’idrogeno all’ossigeno all’interno della cella a combustibile, sia da una colonnina elettrica di rifornimento a terra.

L’idrogeno, inoltre, consente fino a cinque volte la densità di energia delle batterie agli ioni di litio; quindi garantisce un maggior numero di ore di navigazione senza la necessità di ricariche intermedie.

A Venezia c’era stato solo un prototipo in passato, “Accadue”, creato per testare il funzionamento delle celle a idrogeno, ma il mezzo era di ridotte dimensioni e trasportava solo il comandante. A differenza di Hepic, che è un mezzo reale, simile ai normali vaporetti utilizzati in città per il trasporto pubblico, Accadue aveva parecchi limiti strutturali e di utilizzo.

# La proposta di Alilaguna

Hepic - Salone Nautico Venezia 2021

Alilaguna, una delle principali aziende operanti nel trasporto pubblico nella città di Venezia, ha sostenuto e portato a compimento l’opera.

Con Hepic si può mettere in acqua un’imbarcazione in grado di operare tutti i giorni dell’anno come fanno da decenni le imbarcazioni convenzionali a propulsione termica, ma con una tecnologia nuova ed eco-sostenibile come quella a Fuel Cell a idrogeno.

Si legge dal sito di Alilaguna: “Alilaguna con questo progetto intende continuare il rinnovamento della propria flotta investendo nella ricerca di soluzioni tecnologiche innovative nella propulsione navale, in grado di massimizzare le efficienze di impiego dei carburanti e diminuire il più possibile le emissioni carboniose climalteranti secondo i dettami dell’Unione Europea e con ciò tutelando, al contempo, il fragilissimo patrimonio di Venezia e della sua Laguna”.

# Lentezza burocratica

Il principale problema che ci farà ancora attendere prima di vedere queste imbarcazioni al servizio di cittadini e turisti è di natura meramente burocratica.

La normativa italiana che regola il trasporto pubblico passeggeri in acque interne non contempla ancora possibilità tecnologiche come la barca a idrogeno.

Anche a livello europeo, purtroppo, non esiste ancora un quadro di regole uniforme e condiviso tra i paesi. Cosa che invece, per quanto riguarda le automobili, già è presente.

# La parola al presidente di Alilaguna

“I tempi per l’introduzione di questo natante – spiega il presidente di Alilaguna, Fabio Sacco – rischiano di diventare irragionevolmente lunghi. È urgente sbloccare la normativa sulla omologazione di questi mezzi e sostenere anche con investimenti pubblici lo sviluppo di un mercato nel settore della navigazione interna, pensando anche alle infrastrutture di distribuzione e rifornimento dell’idrogeno».

Credits: alilaguna.it, salonenautico.venezia.it

Continua la lettura con: La RIVOLUZIONE nei trasporti: arrivano il primo Pick Up e il primo Camion con motore a IDROGENO. Presto le auto?

LUCIO BARDELLE

Leggi anche: Seconda ondata? Un miliardo per le Olimpiadi

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.