ASCONA: la St. Tropez del Canton Ticino

Ascona: da borgo di pescatori a culla di cultura, cambiamenti e creatività

Credits: @rizzitelli_photography (INSTG)

St. Tropez da borgo di pescatori, grazie anche alla frequentazione di Brigitte Bardot e Alain Delon, è diventata negli anni il classico “the place to be”, punto di riferimento
di tutto il jet set internazionale. Ascona, grazie alla rivoluzione culturale e al clima di libertà, nell’immaginario di molti è la St. Tropez del Canton Ticino.

ASCONA: la St. Tropez del Canton Ticino

# St. Tropez: la città che cavalca le nuove tendenze


St. Tropez ha cavalcato sempre i cambiamenti in atto nel mondo, seguendone le mode e le tendenze, ma soprattutto facendo lei stessa tendenza con le sue proposte innovative e sorprendenti.

Non solo nella moda, ma più recentemente anche negli stili di vita e di alimentazione.

Grazie anche all’impegno di Brigitte Bardot, la cittadina è diventata la prima città vegana in Francia, dove tutti i ristoranti presentano nei propri menù solo piatti vegani o almeno una proposta adatta a questa alimentazione.



# Ascona culla della cultura e del libro pensiero

Credit: @ascona_locarno

Anche Ascona, agli inizi semplice borgo di pescatori sul lago Maggiore, ai primi del novecento è diventata il centro delle rivoluzioni culturali in atto in tutta Europa.

Gustav Arthur Gräser fondò sul Monte Verità, in realtà una collinetta ai limiti del borgo di Ascona, una comunità che fu poi soprannominata dei Balabiot, per le loro abitudini naturistiche ed alimentari (vegetariani anzitempo anticipando St. Tropez) e regalò ad Ascona un futuro di cultura che ancora oggi è vitale.

Per tutto il Novecento Ascona fu anche lei “the place to be”.

Buona parte dei rappresentanti della cultura europea, intellettuali, politici illuminati, pensatori, artisti, rivoluzionari e poeti, decisero di risiedere ad Ascona, di passare le proprie vacanze, di trascorrervi momenti di relax o semplicemente di venire ad incontrare i colleghi.

Leggi anche: Il Monte Verità: quando si cercava la libertà a due ore da Milano

# Ascona negli ultimi anni

Nel corso degli anni, a questo flusso culturale, si è affiancato spontaneamente un’affluenza di giovani attratti dall’atmosfera di libera creatività che offriva Ascona.

E’ così che accanto alla cultura matura prosperano discoteche e locali dove fruire musica di ogni genere.

Ancora oggi il Jazz Ascona, manifestazione annuale di fine giugno, ricreando nel borgo per poco meno di una settimana l’atmosfera di New Orleans, attrae pubblico di ogni età da tutto il mondo.

Lavorare sulla cultura a tutto campo è ancora oggi, più che mai, il compito di Ascona attraendo personaggi di rilievo da ogni dove nel proprio borgo.

 

Continua la lettura con: Il primo TRAMTRENO in partenza nella città Ticino

GIUSEPPE MARZAGALLI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.