Il primo TRAMTRENO in partenza nella città Ticino

Il mezzo del futuro veloce come un treno ma silenzioso come un tram: arriverà anche a Milano per le Olimpiadi

Credit: rttl.ti.ch

Arriva nelle città Ticino il primo tram/treno, e così il “trenino” Lugano-Ponte Tresa diventa solo un lontano ricordo.

Il primo TRAMTRENO in partenza nella città Ticino

# Posato sui binari il primo Tram/Treno

Alla stazione di Caslano è stato consegnato e posato sui binari il primo modulo di Tram/Treno che collegherà Ponte Tresa a Lugano col nuovo ed ampliato percorso.


Questo modulo è giunto da Valencia con un trasporto speciale dallo stabilimento della svizzera Stadler, che sarà la stessa azienda che fornirà i nuovi Tram alla città di Milano in occasione delle prossime Olimpiadi invernali del 2026.

# Il nuovo percorso Ponte Tresa – Lugano

Credit: rttl.ti.ch

Questi nuovi mezzi andranno a sostituire entro il 2021 quelli in funzione oggi, che hanno alle spalle ormai 40 anni di servizio.
Però per viaggiare sul nuovo percorso completato dovremo aspettare il 2027, perché i lavori da fare sono ancora molti ed importanti.

Se la tratta Bioggio-Ponte Tresa resterà la stessa attualmente in funzione, completamente nuovi saranno invece i collegamenti con Manno e con Lugano.



# I nuovi Tram/Treno

Credit: tio.ch

Per quanto riguarda i nuovi mezzi ci sarà un deciso salto di tecnologie, che del passato hanno mantenuto, a testimoniare la loro storia, soltanto un sorriso dipinto sul frontale del
treno.
Sono infatti i primi mezzi veloci come un treno, ma nel contempo silenziosi per essere idonei a viaggiare anche nel centro cittadino.

# Il Tram/Treno nel centro di Lugano

Credit: rttl.ti.ch

La galleria che congiungerà la piana del Vedeggio con il centro di Lugano sarà certamente l’opera più impegnativa.

Si aprirà direttamente su corso Pestalozzi, dove sorgono palazzi e lo snodo principale di tutta la rete di trasporti del Luganese alla attuale pensilina Botta.

Le tappe successive di sviluppo della rete Tram/Treno del Luganese prevedono inoltre l’estensione dell’utilizzo della linea a nord verso Cornaredo e a sud verso il Pian Scairolo.

Per usufruire di queste opportunità dovremo però attendere gli anni ’30.

Continua la lettura con: I 7 motivi perché CITTÀ TICINO si può considerare una METROPOLI

GIUSEPPE MARZAGALLI

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte 

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.