Che ci fa una statua dell’ISOLA di PASQUA in Italia?

Nel cuore d'Italia c'è una statua dell'Isola di Pasqua: come ci è arrivata?

Credit: @experienceviterbo

Le statue dell’Isola di Pasqua sono da sempre avvolte nel mistero. Meno misteriosa è la statua di Pasqua che si trova invece a Vitorchiano.

Che ci fa una statua dell’ISOLA di PASQUA in Italia?

# Le statue dell’Isola di Pasqua

Credit: @beyond.dest

Le statue dell’Isola di Pasqua sono da sempre avvolte dal mistero, si tratta di sculture in pietra alte da 2,5 a 10 metri che sorgono in questa isola di nazionalità cilena che si trova nel mezzo dell’oceano Pacifico.


Statue che sono state datate a circa 1500 anni fa, il cui scopo era forse quello di
indicare le sorgenti di acqua potabile, o forse erano state erette ad onore dei capi tribù, o magari simboli di fertilità e buon auspicio.

# Anche in Italia c’è una statua di Pasqua

Credit: @experienceviterbo

Meno misteriosa è la statua che si trova a Vitorchiano, in provincia di Viterbo.

Correva l’anno 1992 ed una delegazione dell’Isola di Pasqua venne in Italia per far conoscere al mondo la loro isola e le loro sculture ed anche per cercare dei materiali simili a quelli con cui sono state costruite le statue originali per poterle restaurare.



L’area del viterbese è un’area tufacea, molto diffuso è il tufo peperino che guarda caso è molto simile al materiale utilizzato dai loro antenati per costruire le famose statue, allora si misero a costruirne una, per fare un prova, per capire la duttilità della pietra, la tenuta etc.

La cosa fece gola a giornalisti e TV, che ripresero la nascita di questa statua, alta 6 metri, che ancora oggi si trova a Vitorchiano.

La famiglia la donò alla città che si gemellò con l’isola di Rapa Nui, nome originale dell’isola di Pasqua.

# La costruzione della statua

Credit: @apenas_aura

Per costruire la statua vennero utilizzate le stesse tecniche dei loro antenati, usando asce e pietre.

La statua riproduce fedelmente le proprie gemelle antenate lontane: grandi orecchie, tratti duri, semplice, lineari, sul capo porta il Pukapo, l’ombelico è molto marcato sul busto appena scolpito, mani lunghissime aderiscono alla pancia ed i pollici sono rivolti verso l’alto, è lì che domina il belvedere della città, a protezione e come buon auspicio per i suoi abitanti.
Quella di Vitorchiano fu la prima statua dell’isola di Pasqua ad essere costruita fuori dall’isola, oggi in Italia è presenta un altro esemplare, a Chiuduno, in provincia di Bergamo.

Continua la lettura con: La SCOPERTA: sì, tutte le strade portano a ROMA

MARTINA PICCIONI

Leggi anche: Sciopero TNT-Fedex, operai picchiati dai bodyguard privati della SKP

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.