Un MUSEO d’ARTE CONTEMPORANEA a Milano. Queste le PROPOSTE di UrbanFile

Milano è una delle poche grandi città di spessore internazionale a non avere un Museo d'Arte Contemporanea: dove e come potrebbe essere costruito

Credits Urbanfile - Vanke Pavillon Expo2015

Milano è una delle poche grandi città di spessore internazionale a non avere un Museo d’Arte Contemporanea. Ecco come potrebbe essere e dove si potrebbe costruire: le suggestioni del sito di innovazione urbanistica  Urbanfile.

Un MUSEO d’ARTE CONTEMPORANEA a Milano. Queste le PROPOSTE di UrbanFile

# Il progetto di Libeskind che doveva sorgere a Citylife

Credits Urbanfile – Museo Libeskind Cityilfe

Nei giorni scorsi il sottosegretario alla Cultura del Governo Vittorio Sgarbi ha evidenziato come sia inconcepibile come Milano non abbia “un museo d’arte contemporanea come si deve“, soprattutto se, come ricorda Urbanfile, un progetto per costruirne uno era stato realizzato da Daniel Libeskind per CityLife nel lontano 2008. Una sorta di arena in torsione con terrazze verdi e un rooftop ricoperto da alberi e dal quale avere un’inedita vista sulla città. Purtroppo per l’eccessivo budget richiesto per mantenerlo da parte del Comune di Milano l’idea è stata stralciata.

# Il Museo d’Arte Contemporanea sul sito di MIND

Credits Urbanfile – Vanke Pavillon Expo2015

L’idea del sottosegretario alla cultura è quella di localizzarlo nell’area di MIND, che un tempo ospitava Expo2015. Se arrivassero fondi dal governo per la gestione di un futuro Museo d’Arte Contemporanea si potrebbe riprendere in mano il progetto di Libeskind e aggiornarlo. In alternativa, propone Urbanfile, si potrebbe rielaborare in una versione più grande il padiglione Vanke un tempo presente sul sito espositivo e sempre progettato dall’architetto polacco.

# Nello Scalo Farini insieme al campus dell’Accademia di Brera

Credits: Urbanfile – Masterplan OMA Scalo Farini

Un’altra possibilità potrebbe essere quella di far nascere il Museo d’Arte Contemporanea di Milano in uno dei 7 scali ferroviari che verranno rigenerati. il più adatto per via dei maggiori spazi potrebbe essere quello di Farini e in questo modo potrebbe dialogare con il vicino campus dell’Accademia di Brera.

Qui l’articolo: Urbanfile 

Continua la lettura con: Il GARAGE TRAVERSI diventa LOUIS VUITTON

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/