La proposta di UrbanFile per RISOLLEVARE la DARSENA dal degrado

Vediamo come questa soluzione potrebbe limitare l'annoso problema

Credits urbanfile - Proposta riqualificazione Darsena

Foto copertina: Urbanfile

La Darsena è stata riqualificata nel 2014, in tempo per l’Expo dell’anno successivo, ma l’impiego di materiali sbagliati e i difetti di progettazione hanno reso la vita facile ai writer. Le numerose scritte vandaliche sui muri hanno portato quindi in fretta degrado in una delle zone più suggestive della città. Vediamo la soluzione per limitare il problema proposta dal noto sito UrbanFile.


La PROPOSTA di UrbanFile per RISOLLEVARE la Darsena dal degrado

# Il degrado della Darsena nonostante la riqualificazione pre Expo 2015

La Darsena è stata riqualificata solo pochi anni fa, nel 2014 giusto in tempo per l’imminente Expo del successivo anno, dopo anni di incuria e abbandono. Passato poco tempo dall’inaugurazione sono venuti a galla i difetti di progettazione e la scelta di materiali sbagliati per restituire ai milanesi il porto della città. Tag, graffiti e scritte vandaliche hanno riempito in fretta tutte le pareti in vista. I muri in mattoncini rossi e quelli tenuti a secco sono diventati delle tele per writer. Una piaga che si è poi estesa ai muretti e alle balaustre preesistenti.

Leggi anche: DARSENA e NAVIGLI: tra aneddoti sconosciuti e problemi da risolvere

# Urbanfile propone una soluzione per limitare il degrado

Per ridurre il persistente problema del degrado in Darsena la soluzione proposta da Urbanfile ipotizza un impiego limitato di risorse per un risultato di qualità. Per rendere i muri meno esposti agli atti vandalici dei writer si potrebbero ridurre le dimensioni attuali della banchina, presente sul lato di Viale D’Annunzio, tramite la realizzazione di aiuole verdi con piante e sedute in legno prima e dopo il mercato comunale. In questo modo la terra e la vegetazione coprirebbe una porzione consistente dei muri bersaglio di scarabocchi e scritte inopportune. L’intervento non stravolgerebbe l’idea originale, ma anzi ne migliorerebbe l’estetica facilitando la manutenzione e il decoro dell’area.



Fonte e rendering: Urbanfile

Continua a leggere con: L’ULTIMA NOVITÀ della grande RIQUALIFICAZIONE per l’ex area Falck di Sesto

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte 

Leggi anche: Caporalato di Stato a Fincantieri: il maxi processo di Gorizia su appalti e Agenzie del Lavoro (aspettando il Recovery Plan)

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.