Sfida al CARO-AFFITTI: a Milano parte il PIÚ GRANDE PROGETTO d’Italia

Credits: Hines MAB

Tra i più grandi d’Europa e il maggiore in Italia, parte da Milano un grande progetto di rigenerazione immobiliare, col preciso scopo di restituire alloggi a canone accessibile. Vediamo alcune anticipazioni

Sfida al CARO-AFFITTI: a Milano parte il PIÚ GRANDE PROGETTO d’Italia

# A Porta Romana e a Lambrate

Credits: Kindel Media, via Pexels

Siamo abituati alle novità in questo periodo: alla forzata ricerca di soluzioni scaccia crisi, si sentono idee di ogni tipo, provenienti da ogni settore. Tra le novità assolute annoveriamo anche un nuovo progetto di rigenerazione immobiliare, che si candida a sfidare il caro affitti.


A Milano Sud e a Lambrate verrà realizzato un particolare progetto, con lo scopo ultimo di consegnare abitazioni di ultimissima generazione, a impatto ridotto sia sull’ambiente che sul bilancio familiare degli inquilini.

Leggi anche: 100 euro di AFFITTO in centro a Milano: esplode lo SCANDALO degli affitti FOLLI

# 1.400 appartamenti per 850 milioni

Credits: Hines MAB

Numeri da capogiro? Probabilmente no se pensiamo che, a Milano, l’emergenza abitativa è una spina nel fianco quotidiana. Ma non si deve sottovalutare la portata del progetto, che riguarda 1.400 appartamenti. Le unità, dislocate tra Lambrate, i Navigli e Porta Romana, verranno trasformate in appartamenti a basso impatto ambientale, rifiniti con le tecniche di ultima generazione e consegnati ai nuovi residenti con un canone di affitto studiato a tavolino, in modo che la locazione sia sostenibile anche per le famiglie.



A condurre l’intero progetto sarà Hines, la multinazionale già protagonista di altre operazioni identiche in altre città europee. Per la prima volta si impegna in Italia, a Milano, una città per cui la multinazionale ha già dimostrato interesse. Ora la conferma di questa attenzione: 850 milioni di Euro per alleviare un problema della città, che si aggiungono agli oltre 5 miliardi che la stessa Hines ha già capitalizzato ai piedi della Madonnina.

Leggi anche:  SAN SIRO: Partiti i lavori per la RIGENERAZIONE URBANA nell’EX TROTTO

# La conferma di Milano Sud

Credits: Hines MAB

La parte di Milano Sud si conferma tra le più vivaci e interessanti da qui ai prossimi anni. La concomitanza con molti legami tra questa zona e i prossimi Giochi Olimpici, rende i lotti tra i più appetibili.
Tra Navigli, Porta Romana e Bocconi verranno realizzate 14 immobili, con 450 unità tra Porta Romana e San Cristoforo e altri 550 appartamenti tra Morivione e Via Lampedusa.
L’intervento abbraccia ogni particolare del benessere per i futuri inquilini. Aree verdi, orti urbani e verticali e un centro culturale, fanno parte delle migliorie destinate ad impattare sul tempo libero dei cittadini. Il tutto sviluppato su oltre 40.000 m².

Leggi anche: Milano Sud. Ritratti di fabbriche 35 anni dopo

# L’identità di Lambrate

Credits: Hines MAB

A Lambrate Hines si prenderà cura di una superficie altrettanto vasta: 40.000 m² dismessi da oltre 10 anni, su cui realizzare 8 nuovi immobili sede di 400 unità abitative. Le nuove abitazioni vedranno la sede in un nuovissimo parco, che diventerà la sede di un hub per lo sviluppo della socialità, la salvaguardia dell’artigianato e dell’imprenditoria locale.
L’hub, che occuperà circa 3.000 dei 20.000 m² totali di estensione del parco, ospiterà startup, laboratori e tante piccole realtà impegnate nel campo tech e nei servizi di vicinato.
Anche Lambrate conferma la sua vocazione legata alla sostenibilità e all’impronta che Città Studi conferisce alla zona.

Leggi anche: SCALO LAMBRATE diventerà un MAXI-PARCO con case accessibili: i pro e i contro del progetto

# Milano 2030 replicabile in tutta le penisola

Credits: gianninalin, via Pixabay

L’inurbamento della popolazione mondiale dovrebbe continuare come da previsioni degli esperti. A Milano i residenti dovrebbero aumentare di un +9% entro il 2030 ed è quindi ora il momento di affrontare questo tema.
Di questo specifico intervento si occupa il fondo  Milan Living Fund I, gestito da Antirion SGR. Il finanziamento di Milan Living segue un consolidato metodo, già sperimentato da Hines in altre città europee e verrà finanziato dal fondo pensione olandese Pggm. Proprio i Paesi Bassi hanno ispirato questa strategia che, secondo Mario Abbadesse che guida Hines in Italia modello che Hines intende realizzare è replicabile anche in altre città italiane.

Come reagirà il mercato immobiliare della Grande Milano?

Continua la lettura con: La FEBBRE degli AFFITTI a MILANO: in 12 mesi una CRESCITA RECORD. Le 3 cause principali

LAURA LIONTI

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.