Milano è più grande di Milano

La forza di Milano è nella sua identità che ha confini molto più estesi della città

Tricolore di Andrea Cherchi (C)

Milano è l’unica città italiana che riesce a riassumere tutte le culture dell’Italia senza chiudersi su se stessa. Non solo, è anche l’unica grande città d’Europa che rappresenta una integrazione di tutte le principali culture continentali.

Anche dal punto di vista geografico il punto di eccellenza di Milano rispetto alle metropoli europee è dato da quello che c’è fuori: è l’unica città che in breve tempo è collegata a luoghi fantastici, laghi, mare, montagne, città d’arte. Parigi, Londra, Berlino non hanno dintorni minimamente paragonabili a quello di Milano.


La forza di Milano è nella sua identità che ha confini molto più estesi della città.
Eppure dal punto di vista politico, Milano si è sempre gestita in modo opposto alla sua identità. Ha fatto esattamente quello che fa qualunque altro comune d’Italia.

Si è gestita in modo subordinato rispetto alla politica nazionale e si è concentrata unicamente su un’amministrazione interna ai confini come fosse un condominio.
La stessa regione è castrante rispetto agli orizzonti che Milano possiede.
Tutto questo tradisce la natura stessa di Milano e l’ha portata a non poter sviluppare le sue caratteristiche distintive.

L’unico futuro all’altezza Milano è di esercitare un ruolo non solo economico ma anche politico e culturale che invece di subire le istituzioni nazionali, dovrebbe essere promotore di un rinnovamento radicale, nazionale e internazionale.
Questo si può ottenere solo abbandonando questo alone di rassegnazione verso l’Italia che come una nebbia avvolge noi milanesi.



Leggi anche: I ricchi travestiti da poveri

MILANO CITTA’ STATO