Un nuovo FUTURO per lo stadio San Siro

futuro di san siro
L'Opera House di Sydney

L’Internazionale e il Milan vogliono uno stadio tutto loro. In questi giorni presenteranno il masterplan che collocherà il nuovo progetto presumibilmente a fianco a San Siro. Il tema è se Milan e Inter avranno il loro stadio sembra quasi certo l’abbattimento del glorioso stadio San Siro. E se, invece, questa si rivelasse una straordinaria occasione di rilancio per lo stadio e per l’intera città?

Un nuovo FUTURO per lo stadio San Siro

Milano ha bisogno di un grosso centro per organizzare concerti in stile Sydney Opera House, ma pure di uno Stadio Comunale dove organizzare partite di rugby (come un’Italia–Nuova Zelanda), partite di calcio di qualificazione europee o mondiali, femminili o maschili, ospitando l’Inter femminile, famosa perché ci gioca Regina Baresi, figlia di Beppe Baresi.

L’Opera House di Sydney ha 5738 posti, ma San Siro può contenere 80000 persone: levando dei settori per i concerti si arriverebbe a 60000 posti, tra seduti ed in piedi. Manca qualcosa del genere, che farebbe guadagnare, facendo un rapido calcolo, 60.000 x 60 euro = 3.600.000 euro lordi a concerto per 25 concerti l’anno: quanto fa? Novanta milioni lordi di euro di incassi all’anno, senza considerare l’aggiunta di uno spazio multifunzionale con ipermercati, outlet, negozi, ristoranti, pub, hotel: un indotto considerevole.

Stadio del Milan presso la Città della Salute a S.S. Giovanni

Un’altra idea: candidare Milano per il mondiale di calcio di club

L’iniziativa dei nuovi stadi potrebbe fare da volano per ospitare una edizione del mondiale di calcio di club, con un’edizione realizzata tutta a Milano, negli stadi di Inter, Milan e a San Siro, che ospiterebbe anche la finale.

Ospitare i Mondiali di Calcio per Club potrebbe essere un’altra buona idea, visto che tra il 2021 passerà a 24 squadre, cercando tramite le varie leghe calcistiche intercontinentali di assicurarci il voto per organizzare questo grande evento e invitando il Presidente della FIFA Gianni Infantino a Milano.

Nella storia si sono disputati 3 Mondiali per Club a San Siro, negli anni 1981, 1983 e 1987, quando si chiamava Mundialito.

Disputatosi a Milano dal 1981 al 1987 a cadenza biennale (fatta eccezione per il 1985, quando venne sostituito dalla Super Coppa Misura), nacque con l’idea di base di invitare solo i club vincitori della Coppa Intercontinentale. Fu allora scelta Milano perché per coincidenza era la sede dell’emittente televisiva preposta alla trasmissione, nonché una delle quattro città al mondo a vantare due squadre che avessero vinto tale competizione. Le altre città ad avere due squadre ad aver vinto almeno una Coppa Intercontinentale erano Madrid (Real e Atlético), Montevideo (Peñarol e Nacional) e Avellaneda (Independiente e Racing).

Di fatto la competizione consistette nella partecipazione fissa di Inter e Milan (nelle prime due edizioni era appena stata promossa dalla Serie B alla Serie A), contornati da ospiti di lusso nazionali (la Juventus, che se all’epoca della sua partecipazione nel 1983 non aveva in realtà ancora vinto la Coppa Intercontinentale) e internazionali (Peñarol, Santos, Feyenoord, Flamengo) che costituivano un grande richiamo mediatico.

futuro di san siro
Stadio dell’Inter presso l’ex Ippodromo a S. Siro

La terza edizione ebbe un respiro meno “mondiale” delle precedenti, in quanto parteciparono solo squadre europee, fra le quali solo Inter e Milan avevano conquistato la Coppa Intercontinentale.

Nonostante il successo di pubblico e la natura di grande evento televisivo, il fatto che fosse a inviti ne impedì il riconoscimento a livello ufficiale.

L’arena di San Siro: non più solo Scala del Calcio

San Siro non dovrà andare distrutto, anzi:  può diventare una formidabile macchina da soldi per Milano, ospitando concerti per le rockstar nazionali o internazionali (con gli sponsor che pagano la rockstar più una quota sui biglietti), dedicato a partite della nazionale stile Wembley, di calcio, rugby, Inter o Milan femminile, affittandolo per eventi quali moda, design, creando eventi di musica classica e lirica con tenori del calibro di José Carreras, Placido Domingo, Andrea Bocelli, sul solco del gigante Pavarotti Big Luciano.

Così sarebbe un modo per creare a Milano una grande arena interdisciplinare di richiamo per tutto il mondo. Non più solo Scala del Calcio.

 

DANIELE VASTA

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come#amburgo #madrid #berlino #ginevra #basilea

#sanpietroburgo #bruxelles#budapest #amsterdam #praga #londra #mosca

#vienna #tokyo #seul#manila #kualalumpur #washington

#nuovadelhi #hongkong#cittadelmessico #buenosaires #singapore

 

 

Leggi anche:
* 10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
* Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
* Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
* Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
* “Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Il Grande Sogno di Milano
Come In Un Bosco