🛑 Scelto il logo per le OLIMPIADI: Futura o AstraZeneca?

La curiosa somiglianza tra i due loghi


Non è un pesce d’aprile. E’ stato scelto il logo per le Olimpiadi Milano Cortina 2026. La prima medaglia d’oro va a Futura che ha vinto il ballottaggio con la versione più colorata. Ma al momento della proclamazione c’è a chi è venuto in mente un altro marchio che sta ottenendo gli onori delle cronache. 

Scelto il logo per le OLIMPIADI: Futura o AstraZeneca?


Quello che si è appena concluso, può essere definito come uno dei mesi di marzo più intriganti della recente storia milanese.

Tutto inizia sabato 6, sul palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo: nella cornice più nazionalpopolare che ci sia, viene lanciato il contest per la scelta del logo che accompagnerà i prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano-Cortina 2026.
È la prima volta nella storia che il logo di un’Olimpiade viene scelto con questo metodo. Tra Dado e Futura è quest’ultimo che la spunta, una semplice carezza al pianeta che disegna con le dita sulla neve il numero 26.

Nel video di presentazione del referendum popolare, il Presidente della Fondazione Milano Cortina, Andrea Monti, parla inoltre di «abbraccio alle future generazioni», quel futuro in grado di svelare i propri sogni.



Essendosi trattato di un referendum popolare, la scelta del logo è stata accompagnata da un tripudio di commenti e molte riflessioni.

Alcuni osservatori hanno notato però una somiglianza del logo Futura con quello di Astra Zeneca. Il principio e la tecnica è la stessa: la stilizzazione di due caratteri, i numeri finali dell’anno olimpico e le iniziali della farmaceutica. A vederli vicini sembra quasi che Futura abbia sbrogliato il logo di Astrazeneca lasciando inalterata la forma. 

A parte questo episodio che sembra quasi un pesce d’aprile, l’attenzione dei più sta puntando sulla curiosa doppietta che gira intorno all’Olimpiade.
Nella giornata di ieri, infatti, è stato altresì assegnato il concorso per la riqualificazione della zona che ospiterà parte del villaggio olimpico a Milano.


Quello scalo di Porta Romana, nella parte sud della città, che per tornare a questa curiosa coincidenza è diretta verso Basiglio, dove si trova la sede di Astra Zeneca
in Italia.

Le coincidenze iniziano ad assomigliare alle ciliegie: una tira l’altra, mentre Astra Zeneca ha dichiarato che il suo vaccino cambierà nome. Si chiamerà Futura? No: Vaxzevria. 

Continua la lettura con: Campo Selvatico vince il concorso per lo Scalo Romana

LAURA LIONTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest#Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila#KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.