🛑 Novità: le stazioni della METRO verranno dedicate a VIP MILANESI?

"La rete metropolitana di Milano cresce ed è parte integrante dell'identità di Milano"

credit: touringmagazine.com

E’ in arrivo una novità a Milano: le fermate metro avranno nomi di personaggi illustri milanesi (purché morti da almeno 10 anni).

Novità: le stazioni della METRO verranno dedicate a VIP MILANESI?

E’ in arrivo una grande novità a Milano? Il Comune ha deciso di cambiare il criterio di denominazione delle stazioni metropolitane e delle fermate di superficie, aggiungendo i nomi di personaggi illustri che hanno fatto la storia cittadina (purché siano morti da almeno 10 anni) e che avranno una lapide – forse questo dettaglio è un po’ macabro – ai tornelli d’ingresso e d’uscita. A parte questa piccola parentesi “lapidaria” bisogna ammettere che è proprio una bella idea, soprattutto se si pensa che la città di Milano è stata da sempre un grande crocevia di artisti, politici e più in generale intellettuali. Ma come riconosceremo la posizione delle fermate?


# Una bellissima proposta: quali nomi vorreste sentire quotidianamente?

credit: touringmagazine.com

“Alda Merini. Fermata Alda Merini. Apertura porte a destra – doors open on the right”. Questo è solo uno degli esempi che ora ci suonano strani, ma che potrebbero diventare la nostra quotidianità. Eppure la bellissima proposta comunale fa sorgere alcuni dubbi, tra questi il timore di non riconoscere la posizione della fermata basandosi solo su dei nomi, seppur celebri. Fortunatamente la nuova idea è stata accompagnata da chiare spiegazioni, infatti Palazzo Marino ha definito delle linee guida.

Voi quali VIP vorreste sentire nominare quotidianamente tra le fermate di Milano?

# Come si riconoscerà la posizione della fermata VIP?

La toponomastica delle fermate si svilupperà su tre livelli di denominazione.



  1. Il primo livello è costituito da un solo nome, che colloca la stazione nel suo contesto e verrà riportato sulla mappa; a questo verrà aggiunto eventualmente l’acronimo della stazione ferroviaria nelle località di interscambio.
  2. Nel secondo livello di denominazione invece verranno citate le istituzioni culturali, sportive, sociali, religiose etc. caratterizzanti e presenti sul territorio vicino alla stazione e visibili nelle ricerche georeferenziate.
  3. Il terzo ed ultimo livello è quello che rappresenta la vera novità: vi saranno inseriti i nomi di personaggi illustri che hanno fatto la storia della città, morti da almeno 10 anni. Attenzione però perché non tutte le fermate avranno questo terzo livello di denominazione.

# Quali motivazioni ci sono dietro a questa scelta?

credit: discoradio.it

Le motivazioni dietro a questa scelta sono molteplici e le ha spiegate l’assessore alla Mobilità Marco Granelli: “La rete metropolitana di Milano cresce ed è parte integrante dell’identità di Milano, per questo è importante che i cittadini, i city users e i visitatori che la utilizzano possano sempre orientarsi facilmente e identificare con immediatezza la stazione di interesse. Con questo obiettivo abbiamo deciso di valorizzare sempre il criterio toponomastico.

Una svolta nel sistema dei trasporti milanesi che potrebbe avere dei risvolti positivi sia sul senso di appartenenza dei cittadini ai luoghi della città, e sia dal punto di vista turistico. Infatti tutta la città potrebbe cavalcare l’onda delle fermate VIP per valorizzare quei luoghi d’interesse che per qualche motivo sono ancora sottovalutati.

Fonte: MilanoToday , Yahoo

Leggi anche: I DUE progetti RIVOLUZIONARI della METRO di MILANO mai realizzati

ROSITA GIULIANO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.