🔴 “Metti ga denter i danè o i carta”: a Milano i DISTRIBUTORI che parlano in DIALETTO

74 distributori a Milano e provincia metteranno alla prova la nostra conoscenza del dialetto

Credits: @Semplicemente Milano di Andrea Cherchi (FB) Caro benzina

Da martedì in oltre 74 distributori della zona, città e provincia di Milano, non si sentiranno più parlare le macchinette in italiano ma bensì in dialetto. Non ti chiederanno i soldi ma i “danè” e ti consiglieranno di “fa su la benzina”. Ecco l’iniziativa e di quali erogatori si tratta.

“Metti ga denter i danè o i carta”: a Milano i DISTRIBUTORI che parlano in DIALETTO

# Il dialetto per portare ironia anche nel momento del rifornimento

Credits autoappassionati – Distributore carburante

È Eni ad aver avviato quest’iniziativa che non sarà solo a Milano ma in tutta Italia. In oltre 1700 Eni live station e 100 province i distributori non parleranno solo italiano o le altre 4 lingue (inglese, francese, spagnolo e tedesco) che si possono selezionare, ma comunicheranno le istruzioni al cliente in dialetto locale. L’iniziativa è partita qualche giorno fa, precisamente martedì, ed è nata dall’idea di unire le evoluzioni tecnologiche alle tradizioni territoriali. E la lingua è una delle caratteristiche che contraddistinguono maggiormente i territori, soprattutto in Italia.


I dialetti creano “un senso di appartenenza, offrendo spesso espressioni capaci di esprimere leggerezza, ironia e immediatezza”, dice l’azienda, e per questo si è deciso di inserire anche il dialetto come lingua da selezionare sui distributori, per “portare un sorriso” anche nei momenti di rifornimenti presso le Eni Live Station.

# “Metti ga denter i danè o i carta” e “fa su la benzina”

Le registrazioni vocali in dialetto sono state realizzate da Eni in collaborazione con l’azienda Fortech, leader in Italia nella fornitura di servizi per gli impianti di distribuzione carburanti. L’iniziativa prima è stata sperimentata su 15 distributori e poi, visto il grande successo, ampliata in tutta Italia.



Così a Milano, come riporta milanotoday.it ora si sentirà il distributore dire “Fa su la benzina e va a pagà alla cassa“, “Metti ga denter i danè o i carta” oppure chiedere di “oigia il nùmer su la tastera e schiscià il butun verd per cunfermà” e prima di proseguire e fare benzina, attendere un “cicinin“.

Fonti: milanotoday.it

Continua la lettura con: Alle PORTE di Milano il BENZINAIO del FUTURO

BEATRICE BARAZZETTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


1 COMMENTO

  1. Spero che la frase in milanese suoni meglio di quanto avete scritto … che milanese proprio non è…

Comments are closed.