🛑 I QUARTIERI preferiti dai milanesi per uscire a PRANZO o a CENA

Ecco le zone preferite in città

0
Credits: @ksenia.merenkova IG

Milano è la capitale italiana indiscussa del food and beverage: un primo studio di settore ha analizzato i comportamenti dei clienti sulla scelta dei quartieri dove andare a pranzo e a cena. Ecco le zone preferite in città.

I QUARTIERI preferiti dai milanesi per uscire a PRANZO o a CENA

# Cordusio è la zona di Milano preferita a pranzo 

Credits Ilsole24ore – Pranzo e Cena a Milano per quartieri

Negli ultimi anni l’area che si estende attorno a piazza Cordusio è stata al centro dell’attenzione mediatica e cittadina. Sono stati numerosi gli investimenti immobiliari e le riqualificazioni con inaugurazione di importanti flagship store di risonanza internazionale, dove il food è sempre un elemento imprescindibile. Altri due grossi progetti vedranno la luce nei prossimi anni, The Medelan shopping e food center e un hotel di lusso della catane Gran Melià Milano. Non è un caso quindi se nella prima classifica dedicata al food and beverage, inserita nel Food & Beverage Market Report 2020-2021 realizzato dal Engel & Völkers, assieme a UBRI, Unione Brand della Ristorazione Italiana, questa zona del centro di Milano sia risultata la preferita da milanesi e turisti. Vediamo la classifica completa.

# La classifica dei quartieri scelti da milanesi e turisti per bere e mangiare

Nel 2020 sono stati questi i numeri registrati relativi alle persone che hanno scelto uno specifico quartiere della città per andare a mangiare e bere, a pranzo e a cena. Ecco la classifica.

# Cordusio: la numero uno per il pranzo

Credits: @amilanopuoi
Piazza Cordusio

Al top per il pranzo, forte anche degli uffici e della zona centrale, c’è Cordusio: quasi 7.000 pranzi fuori ogni giorno. 

# Altri posti top a pranzo: Diaz, Wagner e Duomo 

quartieri più strani

Ai vertici nell’affollamento nell’ora di pranzo ci sono anche altre due zone in pieno centro, Duomo e Diaz, insieme a una un po’ defilata, nei pressi di City Life: Wagner/Marghera. 

# Navigli: al top per la cena

credits: milano.repubblica

Quando scende la sera le cose cambiano. Al primo posto per l’affollamento dei locali sono i navigli, particolarmente apprezzati da venti-trentenni di Milano. Un primato insidiato da altre due zone ruggenti. 

# Sul podio per la cena anche Brera e Porta Romana

Insidiano il primato serale dei Navigli l’area che da Brera arriva fino a Largo La Foppa insieme a Porta Romana. 

# Altri posti emergenti

Tra le aree che stanno emergendo per il fermento dei locali da segnalare anche l’Isola e l’area che va dall’Arco della Pace a Procaccini. Mentre tra i più giovani sale di quota City Life. 

Continua a leggere con: I 10 migliori RISTORANTI ITALIANI all’ESTERO

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità. 


Articolo precedenteIn arrivo i TRENI a LEVITAZIONE MAGNETICA su ROTAIE anche in Italia? Ecco il progetto
Articolo successivo7 COSE molto CONCRETE che Milano DOVREBBE AVERE MIGLIORI
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.