Nasce l’AEREO-BAR per VIAGGIARE anche da fermi. Un’idea per Linate?

Un aereo da vertigini, ma solo alcoliche

Credits: xluxuo.com

Ci troviamo sulle coste di Pattaya, in Thailandia, dove un piccolo bar chiamato “Coffee War” ha voluto ampliare la propria attività in maniera eccentrica. Infatti, ha acquistato un intero aereo di linea dismesso per offrire nuovi tavoli in un contesto del tutto diverso.

Nasce l’AEREO-BAR per VIAGGIARE anche da fermi. Un’idea per Linate?

# Un’atmosfera che si era persa da tempo

Credits: denz.media

Per chi ama esplorare posti lontani, il viaggio in aereo è una parte essenziale del tragitto. Ci sono dei riti che scandiscono quei momenti, fino all’atterraggio nel luogo che si attendeva di visitare da tempo. La pandemia, tra i suoi effetti nefasti, è riuscita a strappare via anche questi momenti. “Coffee War” è proprio partito da questo problema e si è mobilitato per donare l’effetto di stupore di quei viaggi, in attesa di poter ripartire davvero.


I proprietari del bar hanno riconvertito un aereo commerciale per trasformarlo in una caffetteria, che ora offre tutti i tipi di servizi. Alcune cappelliere sono state ripensate come tabelloni per i menù ed è presente un’area con il bancone e una varietà di bevande esposte pronte ad essere servite. I clienti potranno sedersi sulle comode poltrone, anche in prima classe, e chiudere gli occhi, immaginando di essere diretti verso un luogo lontano. Il tocco di classe, inoltre, è la possibilità di visitare la cabina di pilotaggio e scoprire come è strutturata.

# La diffusione di un’idea vincente

Credits: xluxuo.com

Le voci riguardanti il modello adottato dal piccolo bar sulla costa non hanno tardato molto a diffondersi. Nella sede di Thai Airways, a Bangkok, hanno deciso di seguire l’idea, aprendo un ristorante arredato come se fosse la cabina di un aereo. Il locale potrebbe sembrare meno immersivo di un aereo vero e proprio, ma offre la possibilità di essere serviti da hostess con la divisa ufficiale della compagnia aerea. Sedersi e mangiare su questi comodi sedili e ascoltare gli annunci che invitano ad allacciarsi le cinture, pronti per la partenza, è sicuramente una sensazione che merita di essere riscoperta. Nell’attesa che la situazione globale migliori, l’idea giusta è quella di provare soluzioni alternative e vincenti. Potrebbe essere un’idea da importare a Milano, magari a Linate?

Continua a leggere con: Il VOLO AEREO più corto del mondo: un viaggio di 53 SECONDI

MATTEO GUARDABASSI



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.