La MONTAGNA MAI SCALATA da nessuno

Abbiamo messo piede prima sulla Luna e ora stiamo andando su Marte, ma su questa cima non c'è stato ancora nessuno

Credits: @locoflags Gangkhar Puensum

È strano pensare che vi siano luoghi ancora difficili, quasi impossibili, da raggiungere. Eppure, nonostante aerei, navi, treni e macchine super moderne ci permettano di recarci in quasi qualsiasi posto in un giorno, è ancora complicato mettere piede in alcune località della nostra amata Terra. Tra i luoghi più remoti troviamo sicuramente isole in mezzo agli oceani, come le cosiddette Desolations Islands nell’Oceano Pacifico, ma anche le cime delle montagne. E allora ci chiediamo, qual è la vetta più alta mai raggiunta da nessuno?

La MONTAGNA MAI SCALATA da nessuno

# La cima inviolata

Credits: @carattere405
Gangkhar Puensum

Le montagne vergini sono sicuramente molte più di quelle che ci si possa immaginare. Ma non è solo la difficoltà che lascia una vetta inviolata. Spesso, se non attraenti, gli scalatori decidono di tentare l’Everest o il K2, piuttosto che cime sconosciute che non gli darebbero grande soddisfazione e la gloria desiderata. Nel caso della montagna dalla cima più alta mai raggiunta, sono i motivi religiosi che l’hanno portata ad aggiudicarsi questo record: stiamo parlando del Gangkhar Puensum, in Bhutan. La montagna è alta 7570 m e nessun essere umano nella storia ha potuto ammirare il paesaggio circostante dalla sua cima. Questo perché in Bhutan le montagne sono considerate sacre e inviolabili, in quanto dimora degli spiriti, e quindi scalarle sarebbe illegale.

# Il tentativo fatto per raggiungerla

Credits: @weare.mag
Gangkhar Puensum

Abbiamo appena affermato che il Bhutan ha vietato la possibilità di scalare le proprie montagne, come è possibile, allora, che invece qualcuno ci abbia provato? Non stiamo parlando di un’azione illegale, ma la legge che vieta l’alpinismo è stata indetta solo nel 2003. In realtà il divieto era già presente nel Novecento, ma nel 1983 era stato tolto, lasciando quindi agli alpinisti 20 anni di libertà per provare a scalare la cima più alta mai raggiunta. Sono state organizzate, così, 4 spedizioni per raggiungere la vetta del Gangkhar Puensum, ma sono tutte fallite. Il passo più vicino che è stato fatto, è quello di un gruppo di giapponesi che è arrivato alla vetta vicina, lasciando però la cima del Gangkhar Puensum ancora inviolata. Questa spedizione risolse anche il problema della disputa tra Cina e Bhutan riguardo il confine. Si scoprì che il confine tra i due paesi passava tra la vetta inviolata e quella sulla quale stavano loro.

Credits: @misteriosacentrales
Gangkhar Puensum

Considerando che ad oggi l’alpinismo è ancora proibito, alla montagna resta ancora questo primato che probabilmente manterrà a lungo. In poche parole abbiamo messo piede prima sulla Luna e ora stiamo andando su Marte, ma sulla cima di 7570 m del Bhutan non c’è stato ancora nessuno.

Fonti: Youtube.com

Continua la lettura con: L’ASCENSORE più ALTO del mondo. Prossima fermata: Marte

BEATRICE BARAZZETTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.