Fase 2: come MUOVERSI A MILANO in maniera intelligente

Nel "tempo sospeso" coincidente con la fase di emergenza sanitaria più acuta legata alla pandemia da Covid-19 la mobilità è drasticamente calata in conseguenza del lockdown, e questo ha portato il Comune di Milano a rivedere le restrizioni e le regole relative all’accesso e alla circolazione delle auto in città

Credits: Andrea Cherchi - Mobilità a Milano

Nel “tempo sospeso” coincidente con la fase di emergenza sanitaria più acuta legata alla pandemia da Covid-19 la mobilità è drasticamente calata in conseguenza del lockdown, e questo ha portato il Comune di Milano a rivedere le restrizioni e le regole relative all’accesso e alla circolazione delle auto in città.

Ora le cose stanno ritornando alla normalità, e questo è ormai da qualche settimana chiaramente percepibile a Milano, dove le strade semideserte e le circonvallazioni decongestionate in modo quasi surreale appaiono nuovamente trafficate: tutto ciò comporta un cambiamento delle regole che è bene avere presente per non incorrere in contravvenzioni. Un altro valido escamotage per evitare spiacevoli disguidi è quello di pianificare in anticipo i propri spostamenti, affrontando prima di muoversi il problema parcheggio. Da questo punto di vista parcheggiare con MyParking può essere molto utile: online dal 2007, questa piattaforma aggregatrice riunisce oltre 500 strutture di parcheggio situate presso le principali città, stazioni ferroviarie, aeroporti e porti italiani e consente di assicurarsi un posto auto presso parcheggi qualificati prenotandoli e pagandoli anticipatamente online, sempre a prezzi molto competitivi.


Già dal 18 maggio, ad esempio, è tornato valido il divieto di circolazione nelle corsie preferenziali riservate al trasporto pubblico; e a partire dal 3 giugno è rientrato in vigore il divieto di circolazione dei veicoli nelle Zone a Traffico Limitato (ZTL), ossia nelle aree in cui accesso e circolazione sono consentite soltanto in determinati orari e solo a specifiche categorie di utenti o a particolari tipi di mezzi di trasporto. In questo momento, però, sono ancora esclusi da questa restrizione i veicoli utilizzati da persone che lavorano in ambito sanitario.

Novità in vista anche per quel che riguarda area C, ossia la zona del centro storico di Milano con restrizioni di accesso per alcune tipologie di veicoli, che coincide con la Zona a traffico limitato Cerchia dei Bastioni ed è delimitata da 43 varchi con telecamere (7 dei quali sono a uso esclusivo del trasporto pubblico). Le limitazioni legate a quest’area, attualmente sospese, torneranno attive a partire dal 15 giugno, data a cominciare dalla quale lo torneranno anche le soste riservate ai residenti – quelle delimitate dalle righe gialle – e le aree di sosta a pagamento, circoscritte dalle strisce blu.

Per quanto concerne infine area B la situazione, almeno al momento, resta invariata. Rimangono dunque sospese le restrizioni previste per la zona che coincide con gran parte del territorio di Milano istituita alla fine di febbraio dello scorso anno: una zona a traffico limitato caratterizzata, da quel momento, da divieto di accesso e di circolazione per i veicoli più inquinanti e per quelli di lunghezza superiore ai 12 metri che trasportano merci, attiva dalle 7:30 alle 19:30 dal lunedì al venerdì. Con lo scoccare dell’emergenza sanitaria le restrizioni legate a questa zona sono state sospese, e il sito del Comune ci informa ora che lo rimarranno fino a nuovo ordine. Sarà determinante, a questo proposito, monitorare l’evoluzione del traffico e della situazione ancora delicata dal punto di vista sanitario per prendere eventuali nuovi provvedimenti, agevolando sino ad allora l’accesso alla città a chi preferisce muoversi in auto ed evitare i mezzi pubblici, sui quali oggi è possibile spostarsi solo mantenendo adeguate distanze dagli altri passeggeri.



Non va dimenticato, tuttavia, che per muoversi in maniera snella in città una scelta sempre intelligente è quella di valutare i parcheggi d’interscambio che si trovano in corrispondenza di molte aree periferiche e che permettono, una volta lasciata l’auto in una struttura sicura, di proseguire il viaggio in metropolitana per spostarsi rapidamente coprendo anche lunghe distanze senza doversi scontrare con le difficoltà in cui, allo stato attuale, si potrebbe invece incappare scegliendo di spostarsi con i mezzi di superficie.

REDAZIONE 

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Pubblicato da Milano Città Stato su Martedì 2 giugno 2020

 

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato