Ne avete abbastanza di Milano? I 7 BORGHI MIGLIORI dove andare a vivere in Italia

Scopriamo questa selezione di meravigliosi borghi lontani dal caos della città che spesso offrono anche case al prezzo di un caffé

Credits: @finrod68 Santa Fiora

Ecco una selezione di borghi dove la vita e le abitazioni costano poco e il caos della città è solo un lontano ricordo. 

Ne avete abbastanza di Milano? I 7 BORGHI MIGLIORI dove andare a vivere in Italia

#1 Santa Fiora, uno dei borghi sull’acqua più belli d’Italia ha lanciato il primo “smart village” – Toscana

Credits: @finrod68
Santa Fiora

Santa Fiora è uno dei borghi sull’acqua più belli d’Italia, sul monte Amiata in provincia di Grosseto. Immerso in un ambiente naturale affascinante e lontano dal caos e dallo stress è pronto ad accogliere tutti gli smart worker d’Italia nel “Santa Fiora smart village”. Il primo progetto lanciato in Italia, grazie al recente arrivo della banda ultralarga, che attraverso un bando, con una dotazione finanziaria complessiva di 30mila euro, coprirà il 50% dell’affitto a chi desidera vivere per un periodo a Santa Fiora lavorando da remoto.


 

Leggi anche: I 10 BORGHI SULL’ACQUA più BELLI d’Italia: dalla Venezia umbra al paese con la cascata in centro

#2 San Casciano dei Bagni, un bellissimo borgo immerso nel Val di Chiana – Toscana

Credits enrico_chiorrini IG – San Casciano dei Bagni

San Casciano dei Bagni è un bellissimo borgo della val di Chiana che ha messo in campo incentivi per chi ha decide di trasferircisi o per aprire un’attività. Sono stati stanziati 45 mila euro su tre bandi: un incentivo di 2.500 euro a fondo perduto è previsto per chi aprirà una nuova attività, un contributo economico pari al 50% del canone di locazione versato per i nuovi nuclei familiari, con attestazione Isee non superiore a 23.000 euro, che trasferiscano la residenza nel territorio, oltre un sostegno economico per il pagamento delle rate del mutuo prima casa per l’acquisto di un’abitazione.



 

#3 Santo Stefano di Sessanio, lo storico borgo aquilano cerca residenti – Abruzzo

Credits emanuelecolancecco IG – Santo Stefano di Sessanio

Il comune abruzzese di Santo Stefano di Sessanio, tra i più belli d’Italia, ha avviato una iniziativa per evitare lo spopolamento con delle agevolazione per gli under 40 che lo scelgano per viverci. In questo borgo di 115 persone i giovani riceveranno un contributo mensile a fondo perduto per tre anni fino ad un massimo di 8.000 euro all’anno, un’abitazione ad un affitto simbolico e un contributo a fondo perduto una tantum, per l’avvio dell’attività imprenditoriale, fino ad un massimo di 20.000 euro.

 

#4 Bisaccia, il borgo campano che propone le case a 1 euro – Campania

Credits manuelita_conf IG – Bisaccia

Il caratteristico borgo campano di Bisaccia, in provincia di Avellino, per salvare la comunità morente e ripopolarlo ha messo in vendita 40 abitazioni abbandonate ad un euro. L’unico obbligo del nuovo proprietario, a fronte di questo forte incentivo per acquisire un’abitazione, è di farsi carico della ristrutturazione e conseguente messa in sicurezza.

 

#5 Cinquefrondi, il borgo che offre abitazioni nella sua parte antica – Calabria

Credits p.happy92 IG – Cinquefrondi

In Calabria nel borgo di Cinquefrondi è presente la stessa iniziativa che permette di avere una abitazione da ristrutturare a 1 euro, sottoscrivendo una polizza assicurativa annuale di € 250 fino al completamento dei lavori. Le case ad un euro, hanno una dimensione di circa 40-50 mq e sono ubicate nella parte antica del borgo. La ristrutturazione deve avvenire entro 3 anni pena una sanzione di 20.000 euro.

 

#6 Sambuca, vivere nel quartiere arabo a solo 1 euro – Sicilia

Credits chiarichiari IG – Sambuca

Per recuperare le case, il patrimonio architettonico e per contrastare lo spopolamento del centro storico anche il comune di Sambuca, in provincia di Agrigento, ha presentato il progetto Case a 1 euro. La giunta di uno dei borghi più belli della Sicilia ha inserito 17 abitazioni da acquistare al prezzo simbolico di 1 euro, nel quartiere arabo dei sette vicoli, che l’acquirente si impegna a ristrutturarla entro 3 anni dall’acquisto. In preparazione un nuovo bando per la compravendita di altre case alla cifra simbolica di 2 euro.

 

Leggi anche: Tra mito e realtà: in SICILIA il borgo dove le CASE costano 1 EURO

#7 Gangi, il borgo palermitano che aderisce all’iniziativa delle case a 1 euro – Sicilia

Credits tommasodiprima IG – Gangi

Sempre in Sicilia, anche il comune di Gangi nel palermitano mette in vendita case al prezzo simbolico di un euro. Il bando comunale è aperto anche alle aziende o a chi ha interesse ad aprire un hotel, un ristorante o un b&b nel borgo. L’obbligo per l’acquirente dell’abitazione è di sostenere le spese del passaggio di proprietà e a sottoporre un progetto di ristrutturazione entro il primo anno, per portarlo poi a conclusione entro i successivi tre.

 

Fonte: Zingarate

Continua la lettura con: Il borgo super COLORATO sulle sponde del PO a due ore da Milano

FABIO MARCOMIN

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Le foreste italiane sono in aumento. E non è per forza un bene

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteLa MILANO DA BERE “BIO”: 3 luoghi imperdibili dove gustare vini artigianali
Articolo successivoVita nella foresta
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.