La VALLE dell’EDEN a un’ora e mezza da Milano: raggiungibile solo A PIEDI

Un luogo incontaminato dove rigenerarsi dallo stress cittadino. Ecco le sue meraviglie e dove si trova

Credits __gin_in_teacups__ IG - Val Codera - Tracciolino

Un paradiso naturalistico, un ambiente incontaminato dove dimenticare lo stress, i rumori e lo smog della città e rigenerarsi. Ecco le sue meraviglie e dove si trova.

La VALLE dell’EDEN a un’ora e mezza da Milano: raggiungibile solo A PIEDI

# Una meraviglia della natura senza strade e auto

Credits cai_bizzarone ig – Val Codera dall’alto

A lato della più conosciuta Valchiavenna si trova una meraviglia della natura, la Val Codera, sempre in provincia di Sondrio. In questa piccola valle il traffico, lo smog e dai mille rumori della città sono solo un lontano ricordo dato che non ci sono strade e di conseguenza auto che la percorrono e anzi servono due ore di cammino tra precipizi e aspri passaggi lungo una mulattiera di montagna per arrivarci.


# Un paradiso per escursionisti, trekker e biker

Credits __gin_in_teacups__ IG – Val Codera – Tracciolino

Un luogo perfetto per escursionisti, trekker e biker. Tra gli itinerari più battuti c’è quello che giunge alla frazione la Cola e che regala una vista mozzafiato sul Lago di Como e sul Lago di Mezzola e la prima tappa del noto Sentiero Roma, da Mezzoalpiano fino ad arrivare al Rifugio Brasca, la classica e impegnativa escursione dell’Alta Via delle Alpi che collega il Rifugio Gianetti, il Rifugio Bonacossa, il Ponti e l’Omio.

# Le attrazioni di questa piccola località

Credits cai_bizzarone – Val Codera

Non è solo la natura l’attrazione di questa incantevole località alpina. Il borgo offre infatti degli scorci incredibili, tra le viuzze acciottolate, le scalinate, i ballatoi e il granito di Sanfedelino che ricopre le case in sasso e Chiesa di San Giovanni Battista con l’imponente campanile separato dal corpo dell’edificio. Per gli ospiti, in Val Codera ci sono appena sei abitanti che diventano 20 in primavera e in estate, c’è la Locanda e Osteria Alpina che propone buona cucina locale e la connessione internet, e il Museo della Val Codera, pensato per far scoprire la cultura, le attività del territorio e il “sacro” castagno, “l’albero del pane” del tempo che fu.

# Due modi per raggiungerla

 



Per arrivare in questo paradiso ci sono solo due modi, entrambi senza auto: il primo è un ripido sentiero a gradoni con tornanti che parte dal parcheggio delle auto della località di Mezzoalpiano e che attraversa Avedée, prima di giungere a Codera, il secondo è il famoso e suggestivo sentiero del Tracciolino, pianeggiante e ideale da percorrere in bici, scavato nella roccia seguendo il tracciato dell’antica ferrovia che collegava la Val Codera e la Val dei Ratti.

Fonte: SiViaggia

Continua la lettura con: 7 STUPENDI BORGHI in Italia che si possono visitare solo a PIEDI

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Leggi anche: Ubereats, le condanne ai caporali. I giudici: così funzionava il “sistema per disperati”

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteCome si dice BOOMER in milanese?
Articolo successivoI topi scappano quando la nave affonda
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.