I MEZZI di TRASPORTO più STRANI con cui puoi viaggiare in Italia

Scopriamo quali sono


Non solo tram, bus, treni e metropolitane. In Italia ci sono alcuni mezzi di trasporto davvero particolari, da provare almeno una volta nella vita. Scopriamo quali sono.

I MEZZI di TRASPORTO più STRANI con cui puoi viaggiare in Italia

#1 La gondola a Venezia

Credits LunarSeaArt-pixabay – Gondola a Venezia

La gondola è forse il simbolo più riconosciuto di Venezia nel mondo oltre ad essere uno dei più strani mezzi di trasporto in Italia. La forma della prua richiama tutti gli emblemi della città: l’andamento ad S che riprende il percorso del Canal Grande, i sei denti rivolti in avanti che corrispondono ai sei sestieri di Venezia, il dente verso l’interno è l’isola della Giudecca, l’archetto sopra l’ultimo dente simboleggia il Ponte di Rialto mentre l’estremità in alto richiama il cappello del Doge.

Da qualche anno anche lungo il Naviglio Grande a Milano si può provare l’esperienza di essere trasportati a bordo di una vera gondola.

#2 Il minimetrò di Perugia

Credits guidochipa IG – Minimetro Perugia

Il Minimetrò di Perugia è un piccolo treno automatico di 5 metri con capienza massima di 20 persone che collega la periferia con il centro storico lungo un percorso di 4 km. La linea è a doppio binario, corre sia in tunnel che in sopraelevata, ed è composta di 7 stazioni: oltre alla stazione Picetto d’ingresso al Minimetrò, e il capolinea di Pian di Massiano in città, ce ne sono altre cinque intermedie. I trenini sono dotati di ruote gommate, anche ai lati, e vengono trainati da una fune alla velocità costante di 25 km/h.

#3 La funivia a due posti Colle Eletto di Gubbio

Credits chiarla_s IG – Funivia Gubbio

Rimanendo in Umbria, a Gubbio c’è la funivia Colle Eletto, con cabine aperte da 2 posti in piedi, che impiega 6 minuti per salire dal cuore di del borgo a 532 metri di altezza fino al monte Ingino a 908 metri sul livello del mare. Dalla qui si può arrivare a piedi alla Basilica di S. Ubaldo dove è conservata l’urna del Santo Patrono della città e dove riposano i Tre Ceri durante tutto l’anno, sulla cima dell’albero di Natale più alto del mondo.

#4 La funivia più impressionante delle Alpi: Il Matterhorn Glacier Ride

Credits: Mattern Horn Race

Il Matterhorn Glacier Ride è senza dubbio la funivia più impressionante delle Alpi oltre ad essere la funivia trifune più alta del mondo. Nel suo tragitto collega la stazione Trockener Steg in Svizzera con la stazione Piccolo Cervino in Italia a 3.883 metri di quota. Tra gli altri primati vanta anche quello di collegamento in funivia con il maggiore dislivello in Europa.

Leggi anche: La FUNIVIA più ALTA (e più lussuosa) del mondo sta per raggiungere l’Italia

#5 Gli idrovolanti a Como

Credits lovisetti_scamihorn IG – Idrovolante Como

Sul Lago di Como si può viaggiare a bordo di un idrovolante. Si può volare a pelo d’acqua, i posti variano da due a un massimo di quattro, salendo poi in quota per ammirare da un’altra prospettiva alcune delle ville più belle e alcuni degli scorci più suggestivi del ramo del lago che va da Como a Bellagio. L’esperienza dura circa 30 minuti a un costo di circa 200 euro.

Continua la lettura con: I 7 MEZZI di TRASPORTO più STRANI del mondo

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteLa PIAZZA PIÙ IGNORATA del centro di Milano
Articolo successivoA Milano il primo HOTEL “DOLCE” del MONDO
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here