Anche l’ITALIA ha due BARRIERE CORALLINE

Le Galapagos del Mediterraneo

Credits unesconet.it - Barriera corallina puglies

Per trovare paesaggi marini come quelli australiani, delle Maldive o del mar dei Caraibi non serve prendere un aereo. Nel nostro Paese ci sono infatti ben due barriere coralline da scoprire. Ecco dove si trovano e quali solo le loro caratteristiche.

Anche l’ITALIA ha due BARRIERE CORALLINE

# “Galapagos del Mediterraneo”: la barriera corallina di gorgonie sul litorale romano

Credits luciowilliamfoster IG – Secche di Paterno

Una barriera corallina si trova sul litorale romano, al largo di Capocotta, tra Ostia e Torvaianica, ed è costituita da una prateria di gorgonie a poche miglia dalla costa capitolina.


Soprannominata “Galapagos del Mediterraneo” o “isola che non c’è” il suo nome ufficiale è Secche di Tor Paterno. Istituita nel 2000 è l’unica Area Marina Protetta italiana a essere completamente sommersa e a non includere nessun tratto di costa.

Si estende per 1.400 ettari, una vera e propria isola sul fondo del mar Tirreno il cui punto minimo di profondità è di 18 metri sotto il livello del mare e quello massimo è di 75.

Sulla sommità del banco roccioso c’è la Posidonia oceanica, scendendo più in basso si trovano colonie di celenterati, stretti parenti del corallo, come la splendida Gorgonia rossa e gli Alcionari ma anche la Gerardia savaglia, un raro celenterato noto come “Corallo nero”. 



# La scogliera di madrepore: la barriera corallina pugliese tra Bari e Otranto

Credits unesconet.it – Barriera corallina pugliese
L’altra barriera corallina italiana si trova in Puglia. Si estende per circa 2,5 km dalla costa di Monopoli con profondità di circa 40-55 metri, anche se la sua estensione reale potrebbe essere molto più vasta, circa 200 km nel tratto tra Bari e Otranto.
 
Si tratta di una scogliera di madrepore mesofotiche scoperta nel 2019 e popolata da oltre 200 specie diverse, tra Alghe, Poriferi, Anellidi, Policheti, Briozoi, Molluschi e Cnidari. 
 

Leggi anche: 5 CURIOSITÀ che non sai sul MAR MEDITERRANEO, il “nostro mare”

Continua la lettura con: MILANO PIATTA? Non è così: in realtà è un continuo saliscendi

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteSAN LEONARDO O LA GALLARATESE 🔴🚆?
Articolo successivoIl NIDO VERTICALE, la prossima SUPERSTAR dello Skyline di Milano
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.