Quelle CARATTERISTICHE INCONFONDIBILI che distinguono MILANISTI e INTERISTI

L'unico modo di avere una classificazione è di assegnare la tassonomia a uno juventino.

1

Alle soglie dell’Euroderby Milano è ancora più divisa in due. Avvicinandosi allo stadio è facile, ma senza divisa è possibile riconoscere chi è del Milan da chi è dell’Inter? Su che cosa distingua gli uni dagli altri esistono molte teorie a riguardo, che cambiano radicalmente a seconda della squadra della squadra del cuore di chi l’ha formulata. L’unico modo di averne una oggettiva è di assegnare la tassonomia a uno juventino.

Quelle CARATTERISTICHE INCONFONDIBILI che distinguono MILANISTI e INTERISTI09

L’INTERISTA

mourinho

#1 Snob

Più sofisticato. Va allo stadio abbigliato in modo impeccabile. Gli interisti sono i radical chic del calcio italiano.

#2 Critica la sua squadra anche se vince sei a zero

Talmente abituato a lamentarsi di ciò che non va che i momenti di gloria riesce a goderseli solo anni più tardi.

#3 Ogni estate è sicuro: è l’anno buono 

E a volte lo è veramente.

#4 Odia a morte gli juventini

Che il triplete se lo sognano. Ma almeno sono stati in B. (L’Inter non è mai stata in B perché proprio la stagione 1921-22, quando arrivò ultima e fu retrocessa, vennero creati i playout che l’Inter vinse a tavolino per il fallimento della squadra rivale, l’Alta Italia. Nota dello juventino)

#5 Eternamente insoddisfatto

Perfino dopo aver vinto il Triplete c’era qualcosa che gli mancava. Infatti c’è chi è andato al Real Madrid. 

IL MILANISTA

#1 Si esalta quando il Milan supera la metà campo

Un retaggio di quando superare la metà campo significava segnare grazie a talenti che ormai il calcio italiano si sogna.

#2 Caciarone

Se l’interista è un radical chic, il milanista è quello che dispensa pacche sulle spalle di tutti i presenti. Pacche forti e dolorose.

#3 Vuole vincere e convincere

Lo dicono sempre, la juve si accontenta di vincere anche uno a zero, magari rubando pure. Il Milan no, il Milan vuole dominare. Più del numero delle Coppe Campioni conta il 5 a 0 al Real Madrid. 

#4 Il suo orizzonte è l’Europa

L’Italia per lui ha un’importanza relativa. Lascia a Juve e Inter il derby d’Italia, mentre per lui la vera partita è solo con Real, Bayern o Manchester. 

#5 Si gode l’attimo

Non resta mai preda della nostalgia, neppure quando gioca in serie B. Anzi, riesce ad entusiasmarsi per il più piccolo successo. Tipo lo scudetto. 

ANONIMO JUVENTINO

Continua la lettura con: I 10 viaggi in TRENO da fare almeno una volta nella VITA

MILANO CITTA’ STATO

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/

 

Articolo precedenteSei NOMOFOBICO? Finalmente la SOLUZIONE alla più DIFFUSA PATOLOGIA dei MILANESI
Articolo successivo1100 POSTI LETTO con terrazza e ristorante: in arrivo a Milano il MEGA CAMPUS degli STUDENTI

1 COMMENTO

  1. Condivido pienamente l’articolo sulle differenze tra tifosi Interisti e Milanisti !!!!! Cuore neroazzurro !!! un bacio !

La sezione commenti è chiusa.