La CASCINA NASCOSTA nel parco SEMPIONE

Nel parco nel cuore della città si trova una cascina poco conosciuta. Ecco dove si trova

credit: Facebook @cascinanascosta

Nel parco nel cuore della città si trova una cascina poco conosciuta. Ecco dove si trova e perché potrebbe stimolare una nuova filosofia produttiva.

La CASCINA NASCOSTA nel parco SEMPIONE

Come sarà la Milano del futuro? Tra le tante ipotesi che si possono fare, una cosa è certa: dovrà essere attenta al cambiamento climatico. Ormai l’impatto ambientale del sistema alimentare globale è noto a tutti, c’è bisogno di ripensarlo e a Milano c’è già chi sta trovando delle valide alternative. Un esempio? La Cascina Nascosta nel Parco Sempione.


Scopriamo insieme dove si trova precisamente, quali sono i suoi punti di forza e soprattutto perché dovrebbe ispirare gli altri produttori meneghini.

# Una Cascina Nascosta nel cuore di Milano

credit: Facebook @cascinanascosta

La Cascina Nascosta si trova nel Parco più famoso di Milano però, nonostante ciò, è un luogo poco conosciuto. In origine la cascina era una semplice corte tipica lombarda, è stato solo in seguito all’intervento di Legambiente Lombardia, Arci Pareidolia, CIA – Agricoltori Italiani, Alterazioni e con il contributo di Fondazione Cariplo, si è trasformata in un simbolo della Milano quotidianamente sostenibile. La Cascina si pone infatti l’obiettivo di essere un punto di riferimento non solo per i cittadini, ma anche per associazioni, aziende e produttori che intendono mettere al centro della propria attività la sostenibilità.



# L’occasione giusta per riscoprire la tradizione

credit: Instagram @carolinabaggi

La Milano di oggi, con i suoi grandi centri commerciali e punti vendita dispersivi, molto spesso non lascia spazio al rapporto produttore-consumatore. Le cascine sono un’ottima occasione per sentirsi partecipi, un’ottima occasione per capire che fare la propria parte nella lotta al cambiamento climatico è possibile, ma soprattutto sono un’ottima occasione per rinnamorarsi della tradizione: Milano è infatti colma di tradizioni che spesso vengono sostituite dalla modernità senza che ci si accorga di cosa si sta trascurando.

# Una nuova filosofia produttiva?

credit: Facebook @cascinanascosta

La tradizione agricola e culinaria lombarda viene riscoperta ne “La Latteria”, lo spazio di Cascina Nascosta dedicato al cibo in cui l’eleganza della Milano di oggi, incontra la semplicità della Milano di ieri. Ciò che da questa oasi di sostenibilità e tradizione potrebbe essere esportato a molte altre realtà produttive è la filosofia: è necessario valorizzare il tema del cibo e il rapporto tra città e campagna. Per i consumatori è sempre più importante conoscere davvero cosa stanno mangiando: da dove arriva, se è salutare, chi lo ha prodotto e se è sostenibile.

La Cascina Nascosta è ancora sconosciuta a molti milanesi ma ha tutte le carte in regola per diventare una tappa fissa per gli aperitivi green e soprattutto un modello a cui ispirarsi per riscoprire il piacere della Milano georgica e stimolare invece una nuova forma cittadinanza attiva.

Fonte: Cascina Nascosta

Continua la lettura con: Il CAVALIERE DI OZMO e la Cascina più dadaista di Milano

ROSITA GIULIANO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.