La DEDICAZIONE del DUOMO: si rivive a Milano il suo RITO più ANTICO

Dagli antichi romani ad oggi. Si celebra la rinascita (letterale) di Milano

La ricostruzione di S. Tecla nel 453 - Credits: Duomo di Milano

Per la chiesa di Milano e il rito ambrosiano arriva una delle ricorrenze più solenni da 1569 anni. Che celebra la rinascita (letterale) di Milano. 

La Dedicazione del Duomo, un antichissimo rito che RISALE ALL’ANNO 453

# Milano: da capitale dell’Impero Romano a cumulo di macerie

La ricostruzione di S. Tecla nel 453 

Per decisione dell’Imperatore Diocleziano, Milano è stata capitale dell’Impero Romano d’occidente dal 286 al 402. In poco più di un secolo la chiesa milanese ha visto lo splendore dell’Editto di Costantino (313) e l’arrivo di Ambrogio Vescovo (374).
Minacciato dalle popolazioni barbare da Nord, l’inetto Imperatore Onorio decide di spostare la capitale a Ravenna e Milano diventa territorio di caccia. Fino al 452, quando Attila e i suoi Unni la radono al suolo completamente.

Milano non si arrende e, grazie all’opera del vescovo Eusebio, l’anno dopo inizia la ricostruzione, partendo proprio dalla Cattedrale, allora S. Tecla.
La riconsacrazione di S. Tecla avviene domenica 18 ottobre 453, la terza domenica di ottobre. Da allora si celebra la Dedicazione (consacrazione) della Cattedrale.

Leggi anche: Quanto è GRANDE la MADONNINA del DUOMO di Milano?

# S. Maria Nascente e la “sua” terza domenica di ottobre

@Igor Saveliev via Pixabay

La solennità della Dedicazione (consacrazione) della Cattedrale, diventa la data perfetta per celebrare il Duomo e la sua storia. Le tappe, molto significative, sono:

  1. Partendo dalla riconsacrazione di Eusebio, nel 453, S. Tecla poi S. Maria nascente, ha vissuto altre giornate solenni
  2. Nel 1418 Papa Martino V consacra l’altare maggiore dell’antica cattedrale milanese. È in questa occasione che la Dedicazione diventa una “data mobile”, per incrociare la III domenica di ottobre
  3. La Dedicazione diventa una celebrazione fissa nel 1557, per mano di S. Carlo Borromeo, allora Vescovo di Milano. Era il 20 ottobre, la terza domenica.
  4. Il vescovo Carlo Maria Martini, dal canto suo, sceglie la III domenica di ottobre del 1986 per la dedicazione del nuovo altare, a seguito di lavori di adattamento al presbiterio.

Leggi anche: Il MONDO ATTORNO al DUOMO: 9 cose MOLTO BELLE da fare nei dintorni della piazza più centrale di Milano

# La Dedicazione del Duomo oggi

otto stelle
Madonnina
Il carattere distintivo del Rito ambrosiano è precisamente quello di essere il Rito romano più antico, cosicché esso ha il merito di attestare ancora ai nostri giorni, in modo vivo e vissuto, il rito della Chiesa romana antica – Papa Pio XI

La Dedicazione non è celebrata soltanto a S. Maria Nascente, ma in tutte le chiese di rito ambrosiano sul territorio. Il rito ambrosiano è per sua natura un cerimoniale liturgico di tipo latino, ma con caratteristiche del tutto particolari. Ci sono alcuni elementi, soprattutto, che derivano da tradizioni orientali. I rapporti diretti o indiretti tra Milano e l’oriente sono numerosi, anche se non è sato stabilito come il cerimoniale orientale sia entrato nel rito ambrosiano.

Nel 2008 il Lezionario Ambrosiano è riformato per adattarsi al Concilio Vaticano II. Per opera di Mons. Carlo Magnoli, cambia il nome della solennità: la Dedicazione della Cattedrale, diventa Dedicazione del Duomo di Milano, Chiesa madre di tutti i fedeli di Rito Ambrosiano.

Leggi anche: Quando in Duomo c’era il COPERTO dei FIGINI

# Domenica 16 ottobre 2022

 

@joecrupier via Pixabay

L’appuntamento solenne è fissato in Duomo domenica 16 ottobre alle ore 11.00 con una liturgia speciale.
Domenica 16 le celebrazioni eucaristiche avverranno alle ore 7.00 -8.00 – 9.30 – 11.00 – 12.30 e 17.30

In particolare la messa delle 11.00 coincide con la Pontificale, officiata da Mons. Delpini, Arcivescovo di Milano, che celebra la solenne liturgia. Sarà possibile seguirla sul Sito del Duomo di Milano o dal canale YouTube Duomo Milano Tv.

  • Canto Processionale “Quando avrete passato il Giordano”
  • 12 Kyrie e Sallenda
  • Ingressa
  • Gloria
  • Salmo: Rendete grazie al Signore, il suo amore è per sempre
  • Alleluia Gregoriano
  • Post Evangelium
  • Offertorio
  • Credo
  • Santo
  • Confractorium: Non siete più stranieri
  • Transitorium: Ho ascoltato la preghiera
  • Organo

La chiusura della Dedicazione è per le ore 16.00 con i Vespri e la benedizione Eucaristica

Quando avrete passato il Giordano,
elevate al Signore un altare di pietre non toccate dal ferro;
su questo altare offrirete olocausti
e vittime di pace al vostro Dio

Continua la lettura con: 7 volte che MILANO è FINITA IN GINOCCHIO, ma si è sempre RIALZATA

LAURA LIONTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/