🛑 Il PADIGLIONE ITALIA inaugura a EXPO 2021: il David di Michelangelo simbolo della bellezza che unisce

"Il limite è solo il cielo" è il motto di Expo Dubai

Credits: artribune.com Padiglione Italia Expo Dubai

Dopo Expo 2015 che ha fatto in parte rinascere Milano e l’ha resa la città che è adesso, il padiglione Italia è stato ufficialmente inaugurato ieri nella sede della nuova Esposizione Universale, Dubai. Sarebbe dovuto essere Expo 2020, ma come si sa, questo venti venti ha portato sfortuna; l’evento allora è stato rimandato ed è pronto a partire nell’ottobre di quest’anno.

Il PADIGLIONE ITALIA inaugura a EXPO 2021: il David di Michelangelo simbolo della bellezza che unisce

# Il simbolo del padiglione Italia

Credits: firenze.repubblica.it
Inaugurazione David a Expo Dubai

Se non lo si sapesse, occhi inesperti potrebbero dire che quello nel padiglione Italia di Expo Dubai è veramente il David di Michelangelo. Il BelPaese ha scelto, infatti, come proprio simbolo il David di Michelangelo, icona universale di arte e bellezza senza pari; e ha deciso di farne realizzare non una semplice copia, ma una perfetta riproduzione, anche dei pochi “difetti” che la statua può avere. Il David è stato realizzato dai maestri dell’artigianato fiorentino e italiano ed è stato inaugurato ieri alla presenza del Ministro degli esteri, Lugi di Maio. La statua ricorda Davide che batte Golia, episodio che diventa simbolo della rinascita dell’Italia, anche se ancora in un periodo di profonda crisi.


# Il padiglione Italia per Expo 2020

Credits: artribune.com
Padiglione Italia Expo Dubai

Quello di quest’anno sarà il primo Expo mediorientale e ospiterà 192 paesi. Il tema sarà “Connettere le menti, creare il futuro”, ma si dividerà in “Mobilità”, “Opportunità”  e “Sostenibilità”; ed è proprio tra quest’ultime due aree che ci sarà il padiglione Italia. Il padiglione del nostro Paese occuperà una posizione strategica anche dal punto di vista dei flussi dei visitatori, se ne stimano circa 23mila al giorno, e avrà come tema “La bellezza che unisce”. Arte, cultura, sostenibilità, educazione, scienza, sicurezza e innovazione racconteranno la storia italiana in uno spazio dove il tricolore ne fa da padrone.

# L’eredità di Expo 2015

Credits: italyexpo2020.it
Expo Dubai

Quello che inizierà il 1° ottobre 2021 e si concluderà a marzo 2022, è l’Expo dopo quello italiano e questa è una grande opportunità per il Paese. Chiunque si ricorderò dell’esposizione mondiale precedente di Milano e il Padiglione Italia potrebbe essere privilegiato. A Expo Dubai, l’Italia consoliderà l’eredità di Expo Milano, portando avanti la visione di uno sviluppo sostenibile e di un modello di creazione di valore condiviso. Creatività, connessione e conoscenza sono i punti forti dell’Italia e la sua bellezza diventa risorsa strategica.

Expo Dubai è quindi un’opportunità per risollevare il turismo internazionale italiano, ma soprattutto, in generale, l’immagine dello Stato.



Fonti: lanazione.it

Continua la lettura con: EXPO 6 anni dopo… che cosa è rimasto a Milano?

BEATRICE BARAZZETTI

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

 
ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/

Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.