A Milano il MURALE che si può ASCOLTARE

The Wall of Intencity: il murale interattivo che combina arte e musica

Credits 8.6_italy IG - The Wall of IntenCity

Il murale interattivo, che combina arte e musica, ha come obiettivo quello di valorizzare le periferie attraverso un il linguaggio della street culture. Ecco dove si trova e come funziona.

A Milano il MURALE che si può ASCOLTARE

# The Wall of Intencity: il murale interattivo che combina arte e musica

Credits 8.6_italy IG – Come ascoltare la musica dal murale

Ideato dall’agenzia Gitto Battaglia 22 e realizzato dall’urban artist Raptuz, The Wall of IntenCity è un murale interattivo che resterà visibile a Milano in via E. Schievano 8 fino al 29 aprile 2022. Un’opera d’arte urbana che diventa anche un’esperienza musicale grazie al Qr Code sul muro tramite il quale si potrà scaricare un brano inedito dell’artista Dani Faiv, intitolato “Nella city”. Due dei maggiori esponenti della cultura underground italiana coinvolti in un progetto che interpreta il mondo della brewery con bombolette spray e barre. Il murale stato commissionato da 8.6, il brand di birra olandese parte della grande Swinkels Family Brewers, in occasione del lancio della sua prima limited edition. 


Leggi anche: Il nuovo DRAGONE di MILANO: il maxi murales già da LEGGENDA

# I lupi sono i protagonisti dell’opera d’arte, mentre il brano musicale racconta l’intensità della vita in una città frenetica come Milano

Credits 8.6_italy IG – The Wall of IntenCity

L’obiettivo del murales è anche quello di valorizzare le periferie attraverso un linguaggio espressivo comune, quello della street culture. I protagonisti dell’opera di Raptuz sono i lupi: “Come essere un lupo nel proprio branco, a volte puoi non sentirne il richiamo, ma resti sempre un lupo. The Wall of IntenCity mi ha permesso di reinterpretare lo spirito di 8.6 e trasformarlo non solo in un’opera d’arte urbana, ma in una vera e propria esperienza che fonde la visual art con la musica“. “I lupi” sono “animali dallo spirito fiero e deciso che invitano l’osservatore a vivere la città con tutta la sua vibrante energia“.

Il brano musicale del giovane trapper ligure Dai Faiv dialogando con l’opera, racconta l’intensità della vita in una città frenetica, a volte contradditoria, ma sempre ricca di emozioni come Milano.



Leggi anche: 38 MURALES nel VILLAGGIO dei FIORI: così MILANO cambierà volto per le OLIMPIADI

 

Fonte: Exibart

Continua la lettura con: Via libera per il “BOSCO della MUSICA”: sarà il primo campus aperto in Italia

FABIO MARCOMIN

Copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.