A Milano inaugura il primo METABAR al mondo: i CAMERIERI sono AVATAR

Il locale temporaneo ambientato nel mondo virtuale

Credits: repubblica.it metabar

È stato inaugurato mercoledì 6 aprile ed è un esperimento unico al mondo. Per pochi giorni a Milano ha infatti aperto un bar che appartiene al Metaverso, dal nome indicativo e immediato ma che alla base ha un concetto un po’ particolare, il Metabar.

A Milano inaugura il primo METABAR al mondo: i CAMERIERI sono AVATAR

# Il locale temporaneo ambientato nel mondo virtuale

metaverso
(da pixabay)

Ha aperto mercoledì e chiuderà domenica 10 aprile, il nuovo esperimento milanese targato Heiniken. La famosa produttrice di birra ha infatti aperto in Piazza Sempione ai Caselli Daziari, per pochi giorni, un bar ambientato nel mondo virtuale. Il bar in questione può essere definito come il primo bar al mondo appartenente al MetaVerso: la Heiniken ha infatti voluto aprire questo locale temporaneo per lanciare una sua nuova produzione, presentata esclusivamente virtualmente nel MetaVerso.


Il concetto del MetaVerso è un po’ complicato e non di facile intuizione. C’è chi lo ritiene un semplice sinonimo di mondo virtuale, di Internet e del web in generale, e chi invece prova a capirci qualcosa. In breve potrebbe essere definito come una sorta di realtà virtuale condivisa tramite internet, dove si è rappresentati in tre dimensioni attraverso il proprio avatar. Ma allora cos’è un bar del Metaverso?

# Avatar al posto dei camerieri

Credits: ilgiorno.it
metabar

All’interno del bar del MetaVerso milanese, dal 7 al 10 aprile, musica, eventi e la birra faranno da protagonisti. L’esperienza nel MetaBar, è questo il suo nome, è un’immersione nel mondo virtuale che si mischia con la realtà. Qui al posto dei camerieri ci sono degli avatar, avatar che oltre a servire da bere fanno i simpatici con i loro clienti, intrattenendoli con battute. Ma non solo servono birra, gli avatar decidono anche se il cliente può entrare oppure no: l’esperienza virtuale inizia infatti fin da subito, quando due avatar-buttafuori regolano l’ingresso. Nel MetaBar poi sono i clienti a scegliere il genere musicale da ascoltare: tramite un app infatti si può votare il proprio genere preferito e un deejay (questa volta in carne ed ossa) ascolta le preferenze espresse.

# La birra sotto forma di ologramma

Credits: milanotoday.it
Metabar

Rimanendo in questo mix tra realtà e finizione, tra mondo reale e MetaVerso, all’interno del temporary bar ci sono anche specchi che trasformano gli abiti di chi ci si riflette e, quando si ordina una birra, prima di avere quella reale e poterla bere, la birra compare sotto forma di ologramma.



Infine, all’interno del locale, c’è una sala con pareti ispirate al design dell’artista spagnolo J.Demsky completamente dedicata a Decentraland, il mondo virtuale su cui la nuova birra è stata presentata.

Fonti: ilgiorno.it

Continua la lettura con: A Milano sbarca l’APP per comprare le OPERE d’ARTE al RISTORANTE

BEATRICE BARAZZETTI

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.