La CNN incorona FERRARA

La prima città moderna d'Europa, una delle città-stato del Rinascimento dal passato più glorioso, ha stregato anche la rete televisiva americana. Ecco le sue eccellenze

Cred. marcocorbelli26 IG - Castello Estense Ferrara

La prima città moderna d’Europa, una delle città-stato del Rinascimento dal passato più glorioso, ha stregato anche la rete televisiva americana CNN. Scopriamo quali sono le sue eccellenze.

La CNN incorona FERRARA

# La “città degli Estensi” Patrimonio dell’Unesco, tra Medioevo e Rinascimento

Cred. velvetescape IG – Duomo di Ferrara

Ferrara, città degli Estensi, tra le città-stato del Rinascimento con il passato più glorioso, fu la prima città moderna europea grazie alla trasformazione urbanistica denominata Addizione Erculea. Qui Ludovico Ariosto scrisse l’Orlando Furioso, ma oltre a lui passarono anche Boiardo, Torquato Tasso, Bellini, Mantegna e Piero della Francesca, alcuni dei migliori scrittori e artisti del periodo.


Cred. marcocorbelli26 IG – Castello Estense Ferrara

Il centro storico è stato iscritto dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità ed è dominato dal Castello Estense tuttora circondato dal fossato colmo d’acqua che dal 1300 protegge la fortezza a pianta quadrata con le quattro torri. Simbolo della città e gioiello dell’architettura castellana italiana, caratterizzato da mattoni rossi e eleganti balaustre bianche, dopo 120 gradini offre un panorama mozzafiato sull’abitato urbano e sul territorio circostante.

Cred. maark_q IG – Via delle Volte

Ma oltre a questo ci sono da ammirare perle di arte religiosa come il Duomo, la Chiesa di Santa Maria in Vado o il Monastero di Sant’Antonio in Polesine, e numerosi musei con la grande pittura del Quattrocento e Cinquecento, testimonianze del mondo etrusco e greco, ancora Palazzo dei Diamanti e il Palazzo Schifanoia. Per non parlare delle viuzze medievali come la suggestiva Via delle Volte.

Fonte: SiViaggia



# La città delle biciclette: 1,14 metri di pista ciclabile ogni abitante

Cred. mavri_z IG – Pista ciclabile lungo le mura di Ferrara

Soprannominata la città delle biciclette per via del diffuso utilizzo del mezzo a due ruote, Ferrara è famosa per i suoi nove chilometri di mura che abbracciano il centro storico a cui si affianca una pista ciclabile. Inoltre, in rapporto alla popolazione, è la città con il maggior numero di piste ciclabili: sono 150 i km di ciclovie, pari a 1,14 m per abitante.

Leggi anche: EMILIA ROMAGNA: PRIMA in Italia per numero di PISTE CICLABILI

# La gastronomia di qualità della “Corte Estense”: dalla salama da sugo ai cappellacci alla zucca

Cred. casonaaccursio_ristorante IG – Cappellacci alla zucca

Alla Corte Estense non c’era solo arte e architettura, ma anche gastronomia di qualità: il “pasticcio”, una torta ripiena di maccheroni, ragù di carne e besciamella, i cappellacci di zucca, la salama da sugo, un secolare tipo di salsiccia e purè, la “coppia ferrarese” di pane, due crostini ritorti oggi prodotto IGP. A Ferrara venne scritto anche uno dei primi libri di cucina del mondo: “Banchetti composizioni di vivande e apparecchio generale“, edito nel 1549, ad opera di Cristoforo di Messinburgo, chef e cerimoniere, tra i più famosi del Rinascimento.

Leggi anche: I 7 PIATTI del NORD Italia che sono diventati più FAMOSI nel mondo

Continua la lettura con: Le 10 MERAVIGLIE del NORD ITALIA che tutto il mondo ci invidia

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.