Il nome è uno SCIOGLILINGUA: uno dei BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA a 2 ore da Milano

In provincia di Parma c'è un piccolo Comune che, sul finire del 2020, è entrato ufficialmente a far parte dei "Borghi più Belli d'Italia"

Credits: @borghitalia (INSTG)

Tra la pianura e la collina a sud-est di Parma, intorno ad un castello arroccato su un promontorio, sorge un piccolo borgo medievale che, da quest’anno, è entrato ufficialmente nella classifica dei “Borghi più Belli di Italia”. Il nome sembra uno scioglilingua e questa è la sua storia. 

Il nome è uno SCIOGLILINGUA: uno dei BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA a 2 ore da Milano

# Montechiarugolo: lo stesso simbolo di Milano 

Abitata fin dall’Età del Bronzo, la zona di Montechiarugolo è diventata un Comune nel 1106, dopo essere stato sottoposta all’autorità del Vescovo di Parma. La coesistenza della Chiesa e del potere politico nella zona si ritrova anche nella presenza di castelli, conventi ed abbazie.


Montechiarugolo ha scelto più volte, specie nel XIV e nel XV secolo, di schierarsi dalla parte del Ducato di Milano, tanto da avere ancora oggi il biscione dei Visconti nello stemma comunale.

La suddivisione in zone è rimasta anche nella conformazione odierna di Montechiarugolo, costituita da cinque frazioni. Probabilmente, la più nota è Monticelli Terme, che aumenta sicuramente l’attrattiva del luogo.

# Il castello medievale e la sua leggenda

Credits: @scatto_emiliaromagna IG

Il centro medievale del paese, ancora perfettamente conservato, è incentrato intorno al Castello e rappresenta la principale attrattiva di questo borgo.



All’inizio del 1600, a dimostrazione dell’importanza di questo castello, Pomponio Torelli, Conte di Montechiarugolo e nipote di Pico della Mirandola, lo trasformò in una vera corte, un centro della vita sociale, della cultura e della politica locale.

E non poteva di certo mancare un fantasma ad infestare questo edificio medievale. Si tratta di Bema, una nobildonna con dei poteri magici, ma che purtroppo si dannò per amore.

# Il passato ed il presente si uniscono nel Palazzo Civico

Credits: borghipiubelliditalia.it

Poi il Palazzo Civico, ora sede del Comune e della Polizia, è stato recentemente restaurato. Eppure, mantiene molti aspetti della costruzione originaria risalente al XV secolo.

# L’ambizioso parco collegato ad una delle vie fluviali della zona

Credits: www.parchidelducato.it

E, ovviamente, in questo borgo non può mancare un parco. Ha l’ambizioso nome di Area di Riequilibrio Ecologico “Il Castello” e, con i suoi 6 ettari di estensione, fa parte della rete di parchi collegata al torrente Enza, una delle vie fluviali della zona.

# Gli eventi a tema medievale di Montechiarugolo

Credits: www.ilparmense.net

Tra i vari eventi che il borgo ospita, c’è una rievocazione della battaglia di Montechiarugolo, avvenuta il 4 ottobre 1796 e durante la quale il tricolore che ora è la bandiera dell’Italia comparve per la prima volta.

Per Montechiarugolo passa anche la Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli, importante arteria della Food Valley.

# Il futuro di uno dei borghi più belli d’Italia

Credits: @castelliducato IG

Montechiarugolo è entrata tra i “Borghi più Belli d’Italia” sul finire del 2020 ed è uno dei più rappresentativi. Probabilmente, si tratta anche di uno dei luoghi da cui il turismo, sempre più “a misura d’uomo”, potrà ripartire.

Continua la lettura con: FelliniCittà: il BORGO romagnolo che celebra il grande regista con le sue CASE DIPINTE (Gallery Fotografica)

ANTONIO ENRICO BUONOCORE

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.