Unica regola: DIVERTIRSI. L’esperimento olandese anti-Covid che tutti i ragazzi del mondo vorrebbero fare

Biglietti sold out in 20 minuti e più di 100mila richieste

credits: europatoday.it

Marzo 2021: una serata in discoteca, 1300 persone, musica e una folla che balla e si diverte. Non è una festa clandestina, ma un vero e proprio esperimento. Il governo olandese sta conducendo una serie di ricerche per scoprire se gli eventi su larga scala possono essere ritenuti sicuri durante la pandemia. Un test che fa sperare di poter tornare presto ad una pseudo-normalità, ma come è stato condotto l’esperimento?

Unica regola: DIVERTIRSI. L’esperimento olandese anti-Covid che tutti i ragazzi del mondo vorrebbero fare

# Biglietti sold out in 20 minuti e più di 100mila richieste

credits: ziggodome IG

Lo Zigo Dome di Amsterdam, la più grande arena musicale della capitale olandese, è stato aperto dopo quasi un anno di chiusura. La discoteca, normalmente capace di contenere 17mila persone, è stata il set dell’esperimento per capire quali comportamenti sociali pre-pandemia siano effettivamente pericolosi per il propagarsi del virus.


I biglietti sono stati venduti a 15 euro l’uno e sono stati esauriti nel giro di 20 minuti. Le richieste per partecipare sono state più di 100mila, un segno della forte mancanza per quei momenti di svago e divertimento che prima del Virus erano parte della quotidianità.

# Partecipanti divisi in gruppi con regole diverse: le variabili dell’esperimento

credits: ziggodome IG

Tutti i partecipanti hanno dovuto presentare il risultato negativo di un tampone, eseguito al massimo 48 ore prima dell’evento, e hanno dovuto ripetere il test a cinque giorni di distanza. All’ingresso, le persone sono state divise in sei “bolle”, aree totalmente indipendenti tra loro, cinque delle quali composte da 250 persone, mentre la sesta da 50.

Ogni gruppo ha dovuto rispettare regole diverse, in questo modo si potrà capire quali siano quelle più efficaci. Un gruppo, per esempio, doveva tenere la mascherina per tutto il tempo, mentre un altro doveva metterla solo per spostarsi dal proprio posto assegnato. Nell’ultima bolla, invece, le restrizioni erano nulle: niente mascherina e piena libertà di scegliere con chi ballare e chiacchierare.



# Drink fluorescenti e app di monitoraggio

credits: old.cipria.org

Il tutto è stato gestito grazie all’aiuto di una nuova app, in grado di tracciare non solo movimenti e spostamenti, ma anche la durata dei contatti dei partecipanti. Ma non è tutto. Ad un gruppo sono stati dati dei drink fluorescenti e i membri sono stati incoraggiati a cantare ed urlare, così da esaminare quanta saliva venga rilasciata nei momenti di massimo divertimento e schiamazzo.

# Verso una riapertura dei locali?

credits: gqitalia.com

Il governo olandese ha affermato che lo scopo è stato quello di osservare il comportamento generale delle persone, per poter così individuare i punti più critici e capire se e quando si potranno riaprire i luoghi di aggregazione.

I dirigenti di Fieldlab, la compagnia che ha condotto la ricerca, hanno dichiarato: “speriamo che questo esperimento possa servire per elaborare strategie su misura per la riapertura delle diverse tipologie di locali pubblici”.

Insomma, che ci si stia avvicinando ad una normalità pre-Covid? È probabilmente troppo presto per dirlo, ma speriamo che i dati raccolti durante l’interessante esperimento in discoteca diano buoni risultati.

Fonte: gqitalia.it

Continua a leggere: Nuovi studi: LOCKDOWN e MASCHERINE sono INUTILI?

CHIARA BARONE

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.