L’INFO POINT per turisti più SCOMODO del MONDO (con “colpo di scena”)

Una serie di colpi di scena...

Credits: designboom.com Info Point

Bisogna ammetterlo, chiunque abbia inventato un posto del genere non sembra un genio. Oppure potrebbe stato messo lì apposta, proprio per farlo diventare, piuttosto che info point turistico, attrazione turistica e nel frattempo dare qualche informazione ai poverini che vogliono provare a raggiungerlo? In realtà l’info point è stato messo lì per un motivo ben preciso, ma quale?

L’INFO POINT per turisti più SCOMODO del MONDO (con “colpo di scena”)

# La scomodità: il suo punto forte

Credits: design.fanpage.it
Info Point

L’info point incastonato su una parete rocciosa a strapiombo sulle cascate Mira in Austria è certamente l’info point più scomodo al mondo. Se si svela però cos’è, ci si rende conto che la sua costruzione è stata voluta con un fine ben preciso.


Cliffhanger, letteralmente “colpo di scena”, è il nome dato a questa installazione posta sul monte il 18 settembre 2020. Sì perché in realtà questo, ormai famoso, info point è una vera e propria opera d’arte realizzata dal gruppo di artisti austriaci Steinbrener/Dempf & Huber. La scomodità è il suo punto forte che fa partire una denuncia ben precisa.

# L’installazione contro l’impatto dell’uomo e del turismo

Credits: designboom.com
Info Point

Lo scopo di questo info point e della sua posizione è quello di soffermare l’attenzione sulla conquista del paesaggio da parte dell’uomo. Gli artisti vogliono dimostrare che non ci sono più limiti e che l’azione umana continua ad aver effetti devastanti. Una denuncia anche rivolta al turismo di massa che rende i locali semplici pedine che costruiscono la destinazione turistica. Cliffhanger vuole quindi essere una denuncia e un modo per sensibilizzare su un tema così fragile.

# La denuncia ha creato l’effetto contrario

Credits: @Credits: designboom.com
Info Point
Zona Cascate Mira

Bellissimo messaggio perché non c’è niente di più vero. Ovviamente non bisogna tornare indietro ad un mondo senza turismo o dove le persone non impattino sull’ambiente, ma ormai l’uomo è arrivato ovunque. Si è spinto troppo in là.



La denuncia ha ottenuto però l’effetto opposto. La spettacolarità dell’info point incastonato su una parete rocciosa a strapiombo sullo spettacolo delle cascate scenografiche Mira in Austria ha fatto sì che una zona come quella della valle di Ötschergräben, dove si trova, da poco conosciuta sia diventata turistica. L’info point rischia di far diventare località di massa quella che prima non lo era. Per questo sono partite una serie di polemiche da parte dei cittadini della zona che richiedono espressamente la rimozione dell’info point.

Fonte: design.fanpage.it

Continua la lettura con: DORMIRE APPESI ad un MONTE: si può fare a poca distanza da Milano

BEATRICE BARAZZETTI

Leggi anche: Povertà in Italia, dall’Istat numeri shock sull’abitare. E al Nord la situazione è esplosiva

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.